menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il dg Bramezza con lo staff di Ostetricia e Ginecologia

Il dg Bramezza con lo staff di Ostetricia e Ginecologia

Inaugurato a Portogruaro il primo centro di procreazione assistita del Veneto Orientale

Il centro è attivo da lunedì scorso. Sarà punto di riferimento per le coppie che hanno difficoltà a concepire figli

Da lunedì al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Portogruaro è attivo il primo e unico centro di Procreazione medicalmente assistita (Pma) del Veneto Orientale. Dopo l'autorizzazione regionale e l’iscrizione al registro nazionale, l’ospedale di Portogruaro dunque un punto di riferimento per la coppie che hanno difficoltà a concepire figli.

Attività di primo livello

Si tratta di un’attività di procreazione medicalmente assistita di primo livello, che si avvale di un pool multidisciplinare di professionisti per l’effettuazione di indagini diagnostiche e tecniche. Il centro è fornito di locali adibiti ad attività ambulatoriale ecografica e locali per visite e colloqui con la coppia. Offre varie procedure diagnostiche e terapeutiche rivolte al superamento della condizione di infertilità, dalla terapia medica alla consulenza psicologica fino all’inseminazione, in stretta collaborazione con il laboratorio analisi per quanto riguarda la lavorazione del liquido seminale.

Primo step lo screening

«In Italia 1 coppia su 5 ha problemi a procreare e negli ultimi anni questo dato sta peggiorando - ha spiegato il responsabile del centro Pma, Rosario Pignalosa - ciò è dovuto in primis all’aumento dell’età in cui si decide di avere un figlio, ma anche da sbagliati stili di vita, dalla presenza di malattie sessualmente trasmissibili e altro. Qui la coppia inizia con uno screening del benessere riproduttivo, poi facciamo educazione riproduttiva sino ad arrivare alle attività di inseminazione artificiale con varie metodiche».

Équipe multidisciplinare per la coppia

«La coppia che desidera una famiglia, e ha problemi riproduttivi, oggi può rivolgersi al pubblico per cercare di risolvere il proprio problema: mi rivolgo a chi vive nel Veneto Orientale ma anche a chi risiede oltre il Tagliamento, nel vicino Friuli - ha spiegato il direttore generale Carlo Bramezza. - Un’equipe multidisciplinare, che coinvolge Ostetricia, Chirurgia, Radiologia, Urologia e un servizio di assistenza psicologica, è al servizio della coppia che viene seguita dall’inizio alla fine del proprio percorso. La segreteria dell’Ostetricia sarà inoltre un punto di riferimento perché organizza orari e giorni delle visite, e coordina tutto il necessario per giungere alla fine di questo percorso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento