menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spiagge, specialisti Ulss 3 a fianco degli operatori del turismo: «Così si riparte»

L'incontro di oggi all'ospedale di Chioggia. Affrontati aspetti tecnici: distanziamento, servizi alla somministrazione di cibi e bevande, aree per il gioco, locali comuni e pernottamento

Gli specialisti Ulss 3 a fianco degli operatori balneari per percorrere strade sicure verso la riapertura delle spiagge. Oggi, domenica 10 maggio, l'incontro organizzato dall'Ulss in Villa Verde all'ospedale di Chioggia. «Questa è una fase in cui opportunità e incertezza si rincorrono - ha sottolineato il direttore generale Ulss 3 Giuseppe Dal Ben - anche per chi opera nel settore dell'offerta turistica e balneare. L'azienda sanitaria veneziana ha inteso garantire appoggio al settore e in particolare l'affiancamento del dipartimento di prevenzione».

Sicurezza e qualità

Nei giorni scorsi, nel corso di un incontro con tutti gli operatori balneari di Sottomarina, allargato poi in videoconferenza agli albergatori e agli operatori delle spiagge veneziane, l'azienda sanitaria ha ascoltato le esigenze di questo settore fondamentale dell'economia del territorio. «Due gli impegni che abbiamo assunto nei confronti di questo comparto - ha spiegato Dal Ben - : in primo luogo abbiamo voluto mettere a disposizione tutte le competenze sanitarie per accompagnare gli operatori ad attuare modalità operative praticabili, economicamente sostenibili, e graduabili nel tempo con il modificarsi delle condizioni, che tutti speriamo possano continuamente migliorare; in secondo luogo l'Ulss 3 si è impegnata a certificare il rispetto, da parte degli operatori e degli stabilimenti, delle normative che saranno adottate, affiancando le amministrazione comunali e insieme a loro garantendo la qualità del servizio offerto dalle nostre spiagge, a vantaggio degli ospiti che le frequenteranno e degli stessi operatori».

Aspetti tecnici

Azienda sanitaria e operatori balneari hanno affrontato aspetti tecnici che le strutture ricettive e gli stabilimenti balneari si preparano ad affrontare, nel rispetto delle normative attuali e future, dal tema degli accessi a quello del distanziamento, dall'utilizzo dei servizi alla somministrazione di cibi e bevande in spiaggia, dalle aree attrezzate per il gioco ai locali comuni e per il pernottamento. Le norme che devono regolare tutta l'attività - ha concluso il direttore - saranno attuate con efficacia e sicurezza nella collaborazione tra specialisti della prevenzione e igiene pubblica e gestori e operatori dell'ambito turistico-balneare, come è sempre stato».

Foto: il direttore Dal Ben con gli operatori balneari di Chioggia in uno dei recenti incontri tra azienda sanitaria e comparto del turismo pre-emergenza Covid-19.

ChioggiaIncontroOperatori1-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento