menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, palestre e ponti: il bilancio metropolitano "libera" fondi per le opere

Oggi l'approvazione del documento. In programma interventi di manutenzione su strutture e strade che erano di competenza della Provincia

Più liquidità da destinare ad opere pubbliche, edilizia scolastica e viabilità. Le risorse finanziarie a disposizione della Città metropolitana aumentano rispetto al 2018, e in particolare si liberano 7 milioni di euro che l'ente doveva versare allo Stato dal 2015 per effetto della decadenza dei tagli previsti da un articolo della legge di bilancio 2015. Anche questa voce, dunque, è finita nelle delibere approvate oggi riguardanti l’aggiornamento del Dup (documento unico di programmazione) e del bilancio di previsione per il 2018. «Abbiamo deciso di destinare queste risorse integralmente al finanziamento di opere pubbliche che, per la prima volta, nel 2019 potranno esser avviate fin dai primi giorni di gennaio – ha spiegato il sindaco Luigi Brugnaro -. Ci saranno, poi, altri 6 milioni di finanziamenti statali destinati all’edilizia scolastica e 3,4 milioni di finanziamenti statali per la viabilità. Il piano triennale di opere pubbliche sarà in grado di iniettare circa 26 milioni di liquidità per investimenti pubblici (contro i 10 previsti nell’elenco annuale iniziale 2018) e le risorse ridotte impegnate nel 2016 e 2017».

Le opere

Gli interventi riguardano l’edilizia scolastica per 14,5 milioni con interventi di manutenzione diffusa per 5,4 miioni, due palestre scolastiche (a Dolo e Mestre) per 2,8 milioni oltre a 3 milioni per il liceo Montale San Donà e la viabilità per 10,8 milioni. Nel capitolo viabilità, le risorse verranno investite per la manutenzione dei ponti con 2,5 milioni, delle strade provinciale (altri 2,5) e la realizzazione di piste ciclabili (3,6, di cui 2 per via Caltana, cofinanziata al 50% con il Comune di Mirano e di Santa Maria di Sala; 1 per il percorso Portegrandi-Cà Sabbioni; 0,5 per la passerella Dese). A tali risorse dovrebbero aggiungersene ulteriori previste dalla la legge di bilancio 2019 in corso di approvazione. Ulteriori fondi (circa 2 milioni) saranno utilizzati per edifici scolastici, edilizia patrimoniale, viabilità e trasporti, macchinari edattrezzature per gli interventi di manutenzione stradale, indagini e monitoraggio delle barriere di protezione lungo le strade provinciali, indagini sui ponti.

Eletti oggi nel corso della seduta di Ca’ Corner anche i tre rappresentanti del Consiglio metropolitano che siederanno all’interno dell’assemblea generale dell’Unione delle Province Italiane (Upi): Giorgia Pea, Saverio Centenaro e Giorgio Follini. Il sindaco Brugnaro ha, infine, annunciato che nel 2019 la Città metropolitana procederà a delle assunzioni di personale tecnico i cui bandi saranno pubblicati a breve nella Gazzetta Ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento