menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Covo di sbandati e spacciatori», la Monteverdi di Marghera sarà abbattuta: lavori da lunedì

Lo ha annunciato il sindaco Brugnaro. Negli ultimi anni tanti residenti hanno denunciato la situazione di degrado della struttura

La ex scuola Monteverdi di Marghera sarà demolita, con lavori in partenza già da lunedì. L'ordinanza, firmata venerdì dal sindaco Luigi Brugnaro, dà una risposta alle tante lamentele e denunce lanciate negli anni dai residenti. La struttura di via Ulloa, a due passi dalla stazione, era diventata nel tempo un rifugio per spacciatori e tossicodipendenti, tanto da essere percepita come un luogo pericoloso da chi transitava nei paraggi e risultare un elemento di degrado e rischio per tutta la città.

Giù lo stabile del degrado

A chiedere questa soluzione era stato anche il presidente della Municipalità, Gianfranco Bettin: «I vari tentativi di impedirne l'accesso sono vani, gli ingressi murati o le inferriate sono facilmente eluse o aggirate. Occorre procedere in modo più radicale, è necessario abbattere con urgenza», aveva scritto pochi giorni fa. La demolizione doveva comunque essere attuata in vista della programmata ricostruzione e realizzazione del nuovo commissariato di polizia. Dopo un sopralluogo e una bonifica effettuati nei giorni scorsi dagli operatori del Comune, l'amministrazione ha preferito anticipare i tempi: «Chiusa dal 2011 senza un progetto, era diventata ricettacolo di spacciatori e senza fissa dimora - ricorda il primo cittadino - Lunedì mattina daremo avvio ai lavori per riportare sicurezza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento