Le misure contro l'inquinamento in vigore nel Comune di Mira

L'ordinanza per il semestre invernale. Previste deroghe ai blocchi del traffico per anzianità, cerimonie, visite mediche. Gli orari e le zone

Mira, Comune

Ordinanza contro l'inquinamento in vigore anche nel Comune di Mira, per il semestre invernale 2019-2020. Le misure prevedono limitazioni all'uso degli impianti termici, al traffico veicolare e alla combustione all'aperto, e saranno più o meno restrittive in relazione al semaforo ambientale dell'Arpav che verrà aggiornato quotidianamente anche sul sito e i social del Comune.

Deroghe

Estensione anche agli over 65 delle deroghe relative alla circolazione veicolare, altrove riservate esclusivamente agli over 70. Una misura necessaria in un territorio caratterizzato da molte frazioni non sempre servite dai mezzi pubblici. Una deroga speciale è prevista anche per i veicoli appartenenti a ditte che operano nel territorio comunale al fine di agevolare le attività produttive del territorio, misura che si accompagnerà a una intensificazione dei controlli nel centro urbano.

Orari e zone

Con allerta verde è previsto il blocco della circolazione dal lunedi al venerdi dalle 8.30 alle 18.30 per le auto provate a benzina euro 0 - euro1 e per le auto a diesel euro 0, euro 1, euro 2, ed euro 3, le auto commerciali diesel euro 0, euro 1, euro 2 ed euro 3, i ciclomotori e motocicli euro 0 o a due tempi. Con il livello di allerta arancio la limitazione viene estesa a tutti i giorni (8.30-18.30) comprese anche le auto private a diesel euro 4. Con l'allerta rossa il divieto è esteso anche ai veicoli commerciali euro 4 (8.30-12.30). Sono escluse dalle limitazioni le seguenti vie: la statale Romea, la provinciale 81, l'autostrada Padova-Venezia, la provinciale 22 proveniendo da Dolo, in via Sambruson e in via Argine  Sinistro Idrovia, nel tratto compreso tra la rotonda e la Romea. Sono posizionati degli appositi cartelli in prossimità dei varchi principali con le indicazioni per i veicoli.

Altre deroghe per necessità

Tra le deroghe alle limitazioni al traffico veicolare, in caso di allerta verde, si segnalano i veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell'orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, i veicoli che trasportano almeno 3 persone a bordo (car-pooling). Sono escluse dalle misure le vetture che, dotate di apposita documentazione, attestano di trasportare persone che partecipano a cerimonie nuziali o funebri, persone che devono sottoporsi a visite mediche, cure o analisi programmate, i bambini e i ragazzi che devono recarsi all'asilo nido, alla scuola dell'infanzia, alle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Impianti

Si ricorda che, per quanto riguarda gli impianti termici, allo scattare dell'allerta la temperatura ambiente non deve risultare superiore a 19 gradi (17° per edifici industriali) e deve essere ridotto di 2 ore il tempo di esercizio degli impianti termici rispetto al massimo consentito. A seconda della gravità dell'allerta viene inoltre vietato l'utilizzo di generatori di calore alimentati a biomassa legnosa inferiori o uguali a 2 stelle (allerta verde), 3 stelle (allerta arancione), 4 stelle (allerta rossa).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mezzi

Per quanto riguarda la combustione all'aperto godono di una deroga apposita solo le iniziative pubbliche organizzate o patrocinate dall'amministrazione. «Sarebbe opportuno - aggiunge l'assessore all'ambiente Maurizio Barberini - che a queste misure limitative si abbinassero anche delle agevolazioni tariffarie per coloro che si muovono con i mezzi pubblici. Tale tema sarà oggetto di discussione nei prossimi mesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento