Ordinanza del Veneto: sport intensi senza mascherina. Biblioteche riaperte per i prestiti

Diciassette punti fino al 17 maggio. Zaia: «messa a regime del dpcm. È un vademecum per la sopravvivenza». Mascherina d'obbligo, non con chi si convive. Amici e colleghi in auto con dispositivi. Supermercati ancora chiusi alla domenica

Cibo a domicilio, foto archivio

La nuova ordinanza del 3 maggio della Regione Veneto proroga alcune disposizioni e ne precisa altre, come annunciato dal governatore Luca Zaia oggi, 3 maggio, alla sede della protezione civile di Marghera. I dati sanitari: 18.318 positivi, 74 in più e 1058 ricoverati, 12 in meno. Terapie intensive sono 103, -5 da sabato. «Festeggeremo quando andiamo sotto i 100», dice Zaia. Sono 1516 i morti totali regionali. «Nel giro di 7 giorni vedremo se siamo stati bravi a far scendere i ricoveri e le Terapie intensive, al di là di tutti gli algoritmi. Spetta a noi occuparci di sanità - dice il governatore - Ma occorre pensare al bene comune e a tutelare il bene dei cittadini. I giovani sono le nostre sentinelle». Mascherina obbligatoria, tranne in presenza di parenti conviventi e in caso di sport intensi come la corsa, finita la quale occorre tornare a indossarla. 

Mascherina

Obiettivo: tenere bassi ricoveri e Terapie intensive, anche nell'ordinanza. «Abbiamo cercato di fare disposizioni per titoli, alla veneta - dice Zaia -. Non è in contrapposizione con le scelte nazionali. Rinnoviamo con alcune spiegazioni. Spostamenti: le visite ai congiunti sono ammesse in tutto il territorio regionale, anche persone legate da stabile legame affettivo», quindi anche i fidanzati. Il distanziamento non si applica alle persone conviventi, si legge nei titoli della disposizione. Prevenzione: nell'intero territorio regionale, in tutti i casi di uscita dalla proprietà, è obbligatorio l'uso della mascherina, di guanti o liquido igienizzante. Non soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei 6 anni e le persone con forme di disabilità. Per coloro che svolgono attività motoria intensa (corsa), non è obbligatoria la mascherina, salvo l'obbligo di rimetterla al termine dell'attività sportiva, come citato.

Sport

Attività motoria e sportiva: consentito lo svolgimento individuale o con componenti conviventi del nucleo famigliare: camminata, corsa, ciclismo, tiro con arco, pesca, ecc. È consentito spostarsi con mezzi pubblici e privati per raggiungere il luogo ma sempre all'interno del confine regionale. Consentito anche l'addestramento degli animali. L'attività agonistica per professionisti, sport individuali e non, è possibile a porte chiuse, anche in piscina o nel campo da calcio, comunque all'interno di impianti. 

Seconde case

Seconde case: è consentito andare verso la seconda casa anche camper e imbarcazioni, è possilbile al fine dello svolgimento di manutenzioni, sia per proprietari che locatari. È disposta la chiusura nei giorni festivi di alimentari, apparecchi elettronici e telefonici, di elettrodomestici, ferramenta, illuminazione, fotografia, salva la vendita a domicilio o per asporto. Consegna a domicilio: è sempre ammessa, anche per le attività sospese con uso di mascherine e guanti. È ammessa la vendita di cibo con consegna a domicilio. Da asporto: confermata la vendita di cibo con ordinazione telefonica, ingressi contingentati, distanziamento e dispositivi, e un cliente alla volta. Non è ammesso consumare cibo sul posto. Si può mangiare a bordo del veicolo. 

Spostamenti

Utilizzo del veicolo privato: è consentito ospitare a bordo passeggeri, che non siano conviventi, ma solo con mascherine e distanziamento. È possibile accompagnare colleghi, sempre con la mascherina a bordo del veicolo. I distributori automatici sono aperti. Il mercato per l'alimentare è confermato come i banchi florovivaistici e abbigliamento per bambini, con ingresso e uscita stabiliti. È ammessa la navigazione. Riti funebri: fino a un massimo di 15 persone partecipanti, con dpi e il metro di distanza, e preferibilmente all'aperto. L'apertura delle biblioteche è consentita per la sola modalità del prestito e in sicurezza. Le aree verdi possono essere manutentate, così come orti, terreni agricoli, boschi e spiagge, anche fuori dal territorio comunale, per la gestione delgi stessi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Un festival del cicchetto a Mestre: «Tradizione gastronomica, offerta turistica di qualità»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento