menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un parco urbano nell'isola della Certosa, presto sarà del Comune

La Giunta approva il programma per acquisirne la proprietà e gli indirizzi per la realizzazione

L'Isola della Certosa presto di proprietà del Comune di Venezia. La giunta, nella sua ultima seduta, ha approvato la delibera che riguarda gli indirizzi per l’integrazione della disciplina dei rapporti patrimoniali con la società Vento di Venezia per la realizzazione di un parco urbano. Tra gli obiettivi del programma, recuperare l'isola, insediando attività economiche, creare opportunità di sviluppo nei settori del verde pubblico attrezzato, servizi per la nautica da diporto (stanziale ed in transito), attività di formazione, residenze specialistiche e attività produttive del settore primario come vino e produzioni orticole ed infine, eventi sportivi e culturali. In più, sviluppare il turismo. 

«Si tratta di una valorizzazione di una rilevante porzione della Laguna nord, interdetta all’accesso nell’ultimo secolo e mezzo e in stato di abbandono dopo la dismissione degli usi militari, dove sono stati già avviati processi di recupero e di rivitalizzazione - spiega la vicesindaco Luciana Colle -. L’Isola della Certosa, che il Demanio si appresta a cedere alla Città, sarà protagonista, in questo modo, di un completo procedimento di rigenerazione territoriale. Si potrà poi garantire, attraverso il concessionario,  il mantenimento delle rive e dei muretti di sponda che attualmente sono di competenza del Provveditorato. E proprio in quest’ottica si potrà trasformare l’attuale convenzione con Vento di Venezia in un rapporto di concessione che permetterà alla stessa società di proseguire nei lavori di completamento della bonifica delle aree impegnando in questo progetto ulteriori 2 milioni». A questi interventi  si aggiungono  quelli per la messa in sicurezza, restauro e valorizzazione di beni di interesse culturale (460mila euro), i percorsi e servizi per la fruizione del parco e sistemazione aree a verde (un milione e 40mila), gli interventi sulle aree pertinenziali marittime (860mila). Per un totale di 4.360mila euro, oltre ai costi di manutenzione annuale del Parco di 750mila euro sempre a carico della società Vento di Venezia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento