Il nuovo servizio di bike sharing: tariffe, istruzioni e info point

Le bici, riconoscibili per il colore arancione, stanno arrivando in questi giorni a Mestre e Lido. Fino a fine anno c'è una promozione di lancio ed entro lunedì sarà possibile sbloccare una corsa gratuita

Da oggi parte il nuovo servizio di bike sharing nel territorio veneziano: mille bici, tutte georeferenziate e individuabili via app, a disposizione di cittadini e turisti. Il servizio, gestito dalla piattaforma Movi by Mobike, prevede l’arrivo di 500 biciclette entro martedì prossimo, di cui alcune già in città. Gradualmente ne verranno messe a disposizione altre 500 entro fine luglio, mese durante il quale arriveranno - tra le mille totali - anche le 200 a pedalata assistita. Entro fine giugno è previsto inoltre l’arrivo di 400 monopattini. 

Le tariffe e le caratteristiche 

Per attivare il servizio basta scaricare la app "Movi By Mobike" e scegliere l'abbonamento: la bici verrà quindi sbloccata attraverso un qr code e sarà subito utilizzabile. Le tariffe sono accessibili a tutti i cittadini e, fino al 31 dicembre, sarà possibile approfittare della promozione di lancio: 9.99 € è infatti il costo dell’abbonamento mensile, 19.99 € quello previsto per 90 giorni e 54.99 € l’abbonamento annuale. Venti minuti di utilizzo di una “smart bike” costeranno invece un euro.  

Sono 130 i ciclostalli apposti in tutto il territorio veneziano, compreso il Lido e Pellestrina, per oltre 2600 posti bicicletta. Un sistema capillare per permettere agli utenti di girare liberamente entro tutta l’area veneziana. Alcune zone però, come il centro storico di Venezia e piazza Ferretto, sono interdette con divieto di transito e di parcheggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A spiegare le caratteristiche dell’iniziativa c’erano, questa mattina, presso l'info point Sharing Mobility di via Poerio a Mestre, l'assessore alla Mobilità Renato Boraso, il consigliere delegato all'Innovazione e Smart City Luca Battistella, il responsabile della pianificazione e realizzazione infrastrutture per la Mobilità Roberto Di Bussolo e Davide Lazzari, business development di Idri Bk Srl, la startup che ha rilevato l’azienda di Mobike e che attualmente è presente in Spagna e in tredici città italiane.

«Questo innovativo servizio di bike sharing - ha sottolineato l'assessore Boraso - è un importante tassello del grande mosaico del 'Pums Ve2030', il piano urbano di mobilità sostenibile, che contiamo di realizzare entro appunto il 2030. Il servizio sarà attivo su tutto il territorio comunale ma la nostra intenzione è quella di estenderlo anche al territorio limitrofo: nei prossimi giorni avremo in questo senso degli appositi incontri con gli amministratori dei Comuni vicini». 

Un'altra importante novità del nuovo servizio, finanziato con 260mila euro stanziati dal Pon Metro e realizzato, per quanto riguarda segnaletica e l'allestimento degli spazi, grazie ai contributi del Programma sperimentale di Mobilità sostenibile del ministero dell'Ambiente, è la possibilità di lasciare il mezzo noleggiato non solo nei 130 stalli del bike sharing, ma anche in una delle 354 rastrelliere comunali, nonché in appositi ciclostalli sparsi su tutto il territorio.

«Questo è un grande progetto, ben articolato e capillare, che si inserisce nel nostro territorio - afferma Battistella - e che rappresenta un’alternativa efficace all’automobile. L’obiettivo è incentivare la sensibilità e il senso civico dei cittadini. “Questo nuovo servizio ci darà l'opportunità di allinearci con le più grandi e moderne città italiane ed europee: saremo anzi tra i primi a poter disporre non solo delle noleggio delle bici classiche, ma anche di quelle a pedalata assistita, nonché dei monopattini elettrici».

Lazzari conclude: «La nostra società approda a Mestre, consapevole di affrontare una sfida importante, ma forte delle esperienze positive maturate sia all'estero che in altre grandi città italiane come Milano, Torino, Firenze, Bologna, Pesaro, Padova. Per chi si abbonerà, inoltre, ci sarà l'opportunità di usufruire del servizio anche nelle altre città in cui siamo presenti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo fino a lunedì prossimo sarà possibile sbloccare una corsa gratuita, utilizzabile fino a luglio, inserendo il codice “4venezia” alla voce “coupon” della sezione “Il mio portafoglio” del menù.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polemiche su tre consiglieri leghisti per la richiesta del bonus Inps da 600 euro

  • Chiusura del raccordo da Venezia verso la tangenziale di Mestre

  • Morto un uomo in spiaggia a Jesolo

  • Il sindaco di Spinea Martina Vesnaver e il bonus da 600 euro

  • Barchino contro una bricola: almeno un ferito grave

  • Malore dopo un festino a base di alcol ed eroina: abbandonato in auto dagli amici

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento