rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità Mirano

Nessun passo indietro sulla 194: dal Pd di Mirano condanna alla mozione anti aborto

Posizione ribadita in una nota contro la decisione del Consiglio comunale di Verona. «Siamo dalla parte delle donne e del loro diritto all'autodeterminazione»

La mozione "pro vita" del Comune di Verona ha scatenato proteste e prese di posizione da parte di una grossa parte della politica, e non solo. Tra chi parla di un ritorno al Medioevo e chi ricorda il diritto delle donne all'autodeterminazione, che dovrebbe essere scontato. Ciò che è successo a Verona fa pensare che non sia così. «A quasi quarant'anni dalla Legge 194 non pensavamo fosse necessario difendere quello che le donne e la società civile del nostro Paese hanno conquistato con tanta fatica - commenta il Pd di Mirano in una nota - Mentre la mozione 434, approvata dal Consiglio comunale di Verona il 4 ottobre, ci dimostra il contrario».

Un diritto non sempre garantito

Quattro decenni in cui, se la legge sull'interruzione di gravidanza non ha funzionato come avrebbe dovuto, «è stato perché non si è data alle donne la piena libertà di scelta sulla loro volontà di essere madri», e in cui le strutture sanitarie «non sempre sono state poste nelle condizioni di agire nel pieno delle proprie potenzialità». Per il Partito Democratico, invece, «serve rinforzare e potenziare i consultori familiari, creare una vera rete di supporto, garantire il servizio ovunque», garantendo la possibilità di usufruire di un servizio pubblico «senza trovare di fronte a sé il muro di un ricorso all'obiezione di coscienza, mai realmente regolamentato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun passo indietro sulla 194: dal Pd di Mirano condanna alla mozione anti aborto

VeneziaToday è in caricamento