rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità

Piantato un frassino maggiore per simboleggiare la lotta alla fibrosi cistica

La scelta per simboleggiare la vita e l’ossigeno, poiché chi è malato di fibrosi cistica è affetto da insufficienza respiratoria

Questa mattina al parco di San Giuliano è stato piantumato un albero per la lotta contro la fibrosi cistica. Si tratta di un frassino maggiore, a simboleggiare la vita e l’ossigeno, poiché chi è malato di fibrosi cistica è affetto da insufficienza respiratoria. 

«Con questa iniziativa diamo voce ai malati di fibrosi cistica e ai loro familiari – ha spiegato l’assessore De Martin – nella speranza che questo gesto si diffonda anche in altre città. La fibrosi cistica è una malattia genetica rara, ma tra esse è la più diffusa in Italia. Qualche mese fa, Alessandro Gattafoni, presente qui oggi e protagonista della traversata in kayak della costa Adriatica 125 miglia per un respiro, con la sua impresa ha fatto conoscere la fibrosi cistica e le opportunità terapeutiche offerte dai farmaci innovativi per la cura della malattia. Oggi lo ringraziamo ancora una volta per la sfida che ha intrapreso per diffondere un messaggio di speranza».

Sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo, Raffaele Pasqualetto, il segretario della Lega italiana fibrosi cistica, Claudio Natalizi, la presidente della Lifc Veneto, Patrizia Volpato e, per il Canoa Republic Outrigger Club, Sandra Truccolo e Daniele Scarpa. «L’albero rappresenta anche la comunità della fibrosi cistica – ha aggiunto la presidente Volpato – il tronco e i rami sono le famiglie e i medici che sostengono i nostri figli, ovvero le foglie. Le radici, che traggono nutrimento per l’albero dal terreno, simboleggiano la nostra associazione. Quanto più fertile è il terreno, tanto più a lungo le foglie rimarranno verdi e vitali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piantato un frassino maggiore per simboleggiare la lotta alla fibrosi cistica

VeneziaToday è in caricamento