menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una piazzola per l'elisoccorso a Pellestrina. De Martin: "Decisione a garanzia dei cittadini"

L’area è stata individuata dal Comune dopo l’abbandono di un primo progetto, che identificava come zona idonea uno spazio che richiedeva l'abbattimento di alberi ad alto fusto

Pellestrina avrà la sua piazzola di sosta che consentirà l’atterraggio dell’elisoccorso: la giunta comunale ha approvato oggi, su proposta dell’assessore all'urbanistica Massimiliano De Martin, una delibera con cui si concede all’Ulss3 Serenissima l’utilizzo di un’area comunale nelle vicinanze dei Murazzi per infrastrutturarla come zona d'atterraggio.

Area in comodato

“La delibera della giunta comunale – spiega l’assessore De Martin – è funzionale al servizio dell’elisoccorso e risponde ad una necessità manifestata dall’Ulss 3 Serenissima. L’area identificata ha già ottenuto la valutazione di pre-fattibilità aeronautica e risulta compatibile con le attività di volo e idonea per ospitare l’atterraggio dell’elicottero del Suem. L’area verrà concessa, inizialmente, in comodato per la durata di un anno. Questo intervento, oltre a dare maggior garanzia ai cittadini riduce le distanze rendendo sempre più compatibili le esigenze di tutti i residenti del nostro territorio. Ringrazio il direttore generale dell’Ulss 3 Serenissima, Giuseppe Dal Ben, per aver compreso e soddisfatto le esigenze emerse ed esser stato disponibile a trovare una soluzione condivisa, prevedendo i necessari investimenti all'allestimento dell'elisuperficie”. 

Salvati anche gli alberi

“Il via libera per quest’opera prioritaria è un grande risultato che va a salvaguardare l'incolumità dei cittadini e dei residenti di Pellestrina e dell'Estuario Sud – ha aggiunto il delegato per i rapporti con le isole, Alessandro Scarpa 'Marta'-. La realizzazione dell’elisuperficie è una buona notizia non solo per gli abitanti dell'isola di Pellestrina, ma anche per gli operatori sanitari che potranno così intervenire in soccorso all'utenza in caso di emergenze.

L’area in questione è stata individuata e proposta dal Comune di Venezia alla direzione dell’Ulss 3 Serenissima, dopo l’abbandono di un primo progetto che identificava come zona idonea da destinare ad elisuperficie quella dell’ex ospedale di Pellestrina, che avrebbe comportato l'abbattimento di alberi ad alto fusto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento