rotate-mobile
Attualità San Marco / Ca' Farsetti, 4136

Prevenzione disturbi diabetici e reumatologici, sabato il convegno

Ospitato dal circolo sottufficiali della Marina Militare, all'Arsenale di Venezia. Martedì presentato a Ca' Farsetti dall'assessore alle Politiche educative Laura Besio

Favorire la prevenzione e parlare di disturbi diabetici e reumatologici che coinvolgono quasi cinque milioni di persone in Italia. Sabato 12 novembre il Circolo Sottufficiali della Marina Militare, all'Arsenale di Venezia, ospiterà il convengo dal tema "Il piede diabetico e comorbilità reumatologiche. Un problema sociale". L'iniziativa è stata presentata martedì a Ca' Farsetti, alla presenza, per l'Amministrazione comunale, dell'assessore alle Politiche educative Laura Besio.

Al tavolo degli interventi la presidente dell’Associazione nazionale malati reumatici (Anmar), Silvia Tonolo, il vicepresidente dell’Associazione malati reumatici del Veneto (Amarv), Alfredo De Rosa, la dirigente sanitaria di Medicina fisica e Riabilitativa dell’Ulss 3 Serenissima, Elena Cosentino, la referente dell'Associazione Diabetici Treviso, Daniela Pizzolato, l'ad Podartis Centro Ricerche scientifiche, Camillo Buratto e il presidente del Circolo Marina Militare di Venezia, Emanuele Boccuni.

L'iniziativa, organizzata dalla sezione provinciale Amarv di Padova e Treviso, gode del patrocinio del Comune di Venezia, di Ulss 3, Ulss 2 e Ulss 6 oltre che dell'Università di Padova e del ministero della Salute. La giornata di sabato prenderà il via alle 9 e durerà fino alle 17, con la divisione in due momenti: la mattina dedicata agli interventi di medici e professionisti del settore, il pomeriggio incentrato sull'informazione alla cittadinanza, con moderatore il giornalista del Corriere della Sera Gian Antonio Stella. In parallelo sarà possibile prenotare uno screening gratuito, chiamando al numero 041.5234508, dalle 9.30 alle 11 e dalle 15 alle 17.30.

«Ringrazio gli organizzatori e i promotori di questa iniziativa - ha commentato Besio - rivolta sia alle figure professionali che alla cittadinanza. È essenziale riservare a temi come la prevenzione un'attenzione particolare, perché la diagnosi precoce e stili di vita corretti aiutano a migliorare la qualità della vita stessa. Il Comune di Venezia è fiero di supportare progettualità che collaborano alla diffusione di una cultura del vivere sano, che cerchiamo di portare avanti anche nei canali educativi delle scuole, dove spieghiamo l'importanza di fare sport, altro elemento fondamentale per prevenire patologie future. Grazie inoltre per dare la possibilità ai cittadini di effettuare uno screening gratuito e per aver coinvolto tante associazioni che, facendo rete, - ha concluso - veicolano questo messaggio così importante».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione disturbi diabetici e reumatologici, sabato il convegno

VeneziaToday è in caricamento