Attualità

Pietro Famengo, dalla "Prova del cuoco" ad un ristorante tutto suo

Si è formato alla scuola del maestro di cucina Valletta, poi ha fatto esperienza nei locali stellati di Venezia e del Veneto. Ora ha concretizzato il suo sogno, a Noale

Pietro Famengo con il padre Renzo e la madre Monica

Nel 2012, a 20 anni, è risultato il miglior cuoco del Veneto under 30 al concorso regionale Montegrande. Ora lo chef Pietro Famengo, uscito dalla scuola del maestro Marco Valletta, ha coronato il sogno di un locale tutto suo. E ha trovato la sua famiglia al fianco in questa avventura: il padre Renzo gli ha messo a disposizione, dopo un lungo restauro, la barchessa della residenza famigliare Villa Rossi, storico edificio a pochi passi dal centro di Noale. Nasce così “La Corte di Villa Rossi”, locale inaugurato da pochi giorni.

Pietro, volto noto per la sua partecipazione al programma “La prova del cuoco” di Antonella Clerici nella stagione 2014, nutre la passione per i fornelli fin da ragazzo. Dopo il diploma all’istituto alberghiero di Castelfranco Veneto («Su 100 che frequentano, solo 10/15 fanno poi questo mestiere», sottolinea) si forma alla scuola del maestro di cucina Valletta, e fa esperienza nei più prestigiosi locali stellati di Venezia e del Veneto. «Nell’ambiente, come nei miei piatti - spiega - voglio ridare vita a sapori antichi in una location che rispecchia il gusto delle mie creazioni: modernità nella tradizione».

La barchessa che ospita il suo locale custodisce l’anima di questa storica dimora che ha ospitato anche la prima fornace di Carlo Rossi. «A noi piace dare sapore alle cose. Io e il mio staff impreziosendo i piatti con un tocco di erbe aromatiche, i miei familiari curando nei dettagli l’ambiente», ricorda Pietro, che tra il personale di sala ha voluto anche il giovane fratello Vittorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietro Famengo, dalla "Prova del cuoco" ad un ristorante tutto suo

VeneziaToday è in caricamento