Pista ciclabile del Cavallino: al via i lavori dal cimitero al ponte del Sile

L'opera inizia la prossima settimana e dura circa 4 mesi, consentirà di percorrere in sicurezza l’ultimo tratto di via Fausta collegando il litorale alle ciclopedonali delle altre località

Foto: pista ciclabile, archivio

Iniziano la prossima settimana, per una durata di circa quattro mesi, i lavori della nuova pista ciclabile che completerà il circuito esistente dal cimitero di Cavallino al ponte del Sile. L'opera consentirà di percorrere in tutta sicurezza anche l’ultimo tratto di via Fausta, collegando il litorale di Cavallino-Treporti ai percorsi ciclopedonali esistenti delle altre località.

Costi

Il costo dell’opera di 1 milione 200 mila euro, ripartito tra il Comune e Città Metropolitana, valorizzerà anche i percorsi cicloturistici del litorale.
«Obiettivo fondamentale dell’opera è la messa in sicurezza di questo tratto di strada pericoloso - spiega l’assessore alla viabilità Nicolò D’Este -. Il dialogo con il sindaco metropolitano è stato costruttivo per realizzare l’opera in tempi relativamente brevi. Il cantiere creerà qualche disagio ma è necessario che i lavori siano completati per l’estate, per la messa in sicurezza dei nostri cittadini che amano spostarsi in bicicletta e vivere il nostro territorio».

Traffico

«La viabilità è fondamentale per lo sviluppo del territorio guardando alla sicurezza e alla mobilità dei nostri cittadini – aggiunge il sindaco Roberta Nesto -. La nuova pista ciclabile è pensata proprio per dare soluzione alla mancata sicurezza dei ciclisti e al traffico sostenuto che interessa questa porzione di territorio».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento