Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità Marghera

Play Day 2019, lo sport che aggrega: al Porto di Venezia

Saranno oltre 1.400 i ragazzi delle scuole materne, elementari e medie della città che parteciperanno mercoledì 10 aprile alla manifestazione

Foto: Pino Musolino e Ermelinda Damiano

Seconda edizione di “Play Day”, saranno oltre 1.400 i ragazzi delle scuole materne, elementari e medie della città che parteciperanno, mercoledì 10 aprile, al Porto di Venezia, alla manifestazione promossa dall'associazione “Amici della laguna e del porto” in collaborazione con gli itinerari educativi del Comune, la Regione Veneto, l'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico settentrionale, il comitato Paralimpico italiano e Vtp terminal passeggeri.

Il Porto

Come ha ricordato il presidente Pino Musolino il Porto ospiterà l'evento e realizzerà quest'anno anche la “piazza Porto di Venezia”, uno spazio dedicato ai bambini, che potranno partecipare a laboratori educativi legati al tema del mare. Ci saranno inoltre stand espositivi da visitare, si potrà giocare, dipingere automobili, cimentarsi su percorsi legati al tema della disabilità, o anche, firmare, per futura memoria della giornata, con l'impronta della propria mano, un muro, messo a disposizione da Vtp passeggeri.

La presentazione

L'evento è stato presentato martedì mattina, al Porto, con una conferenza stampa cui ha preso parte anche la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano. Come ha ricordato il presidente dell'associazione “Amici della laguna e del porto”, Roberto Tonissi, quella di mercoledì sarà in effetti una vera e propria festa dello sport, con il Porto trasformato per un'intera giornata, dalle 8 alle 16, in una sorta di  villaggio olimpico, dove i bambini potranno provare a praticare vari sport, seguiti da istruttori prestigiosi: per il calcio ci saranno i giocatori del Venezia e gli ex portieri professionisti Benussi e Aprea, per il basket i giocatori della Reyer, per la canoa, l'olimpionico Daniele Scarpa, per l'arco, la campionessa Sandra Truccolo. Sarà il momento finale di un percorso che i ragazzi hanno compiuto durante l'anno nelle loro rispettive classi, partecipando a due iniziative, entrambe dedicate al tema della disabilità, (che ha portato anche alla realizzazione di disegni, tra cui ne verranno scelti alcuni che diventeranno veri e propri cartelli stradali). Tutti gli elaborati verranno esposti al primo piano del Terminal passeggeri 103 dove, intorno alle 9 verranno effettuate le premiazioni dei disegni vincitori. Ai ragazzi vincitori o alle classi vincitrici, verranno consegnati dei premi personali (coppe, medaglie e buoni sconto), mentre alle prime tre scuole di ogni concorso verrà consegnata una sedia/carrozzina da evacuazione, un’attrezzatura specifica per poter trasportare in piena comodità e con facilità, quei bambini/ragazzi con difficoltà motorie o disabilità, nel caso in cui ci dovesse essere la necessità di evacuare o lasciare nel minor tempo possibile la scuola. 

Chi ci sarà

Parteciperanno pure le associazioni che insegnano e fanno praticare sport a persone disabili: Black Lions (wheelchair-hockey), Nazionale Italiana Di Wheelchairhockey, Polisportiva Terraglio, Terraglio Danza, Team Veneto Special Olympics, Canoa Repubblic. I bambini potranno fare delle piccole regate in tutta sicurezza su barche a vela, a remi e di Dragon Boat. L’esperienza maturata nel corso dell'evento e il successo che lo ha accompagnato, ha reso ancora più evidente la necessità di parlare di disabilità, e di continuare a farlo con l’aiuto dei bambini e dello sport, perché sono ancora tante le storie di speranza e amore che meritano di essere raccontate, affinché Play Day non rimanga l’iniziativa di un singolo, ma diventi un patrimonio comune che sappia far divertire, insegnare e che sappia emozionare.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Play Day 2019, lo sport che aggrega: al Porto di Venezia

VeneziaToday è in caricamento