rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Attualità

Gli studenti di teatro portano i Sonetti di Shakespeare su un palcoscenico virtuale

Gli allievi della Scuola Teatrale di Eccellenza del Teatro Stabile del Veneto si esibiscono online portando la poesia direttamente nelle case degli spettatori con i Poetry Death Match

I Sonetti di Shakespeare arrivano direttamente nelle case degli italiani grazie al debutto su un palcoscenico digitale dei Poetry Death Match a cura degli allievi della Scuola Teatrale di Eccellenza. Dal 30 marzo, da lunedì a venerdì alle 14.00, gli studenti di recitazione dell'accademia teatrale debutteranno, sulle piattaforme online del Teatro Stabile, nell'interpretazione dei Sonetti del poesta inglese, diretti da Giorgio Sangati. Questa versione digitale anticipa l'idea originale di un progetto nato in collaborazione con l’Estate Teatrale Veronese che vedrà, quando sarà possibile, gli stessi ragazzi animare a suon di poesia le strade di Verona.

È proprio grazie alla didattica a distanza disposta dalla Giunta regionale che gli studenti delle tre classi del ciclo di formazione professionale per attori - parte del progetto TeSeO, Teatro Scuola e Occupazione, nato dall'Accordo di Programma tra Regione Veneto e Teatro Stabile del Veneto con la partnership di Accademia Teatrale Veneta - possono continuare a formarsi e regalare emozioni al proprio pubblico. 
 
«Un modo per continuare a lavorare e soprattutto coltivare il teatro del futuro - dichiara Massimo Ongaro, direttore Teatro Stabile del Veneto – Grazie alla formazione a distanza abbiamo la possibilità di proseguire nell'insegnamento della nuova generazione di attori e artisti e allo stesso tempo di metterli alla prova coinvolgendoli nel palinsesto virtuale di una ‘Stagione sul sofà’. Lo Stabile non si ferma e resta accanto ai giovani, così da riuscire a fare la differenza nel teatro di domani, quando questo momento così difficile sarà alle nostre spalle».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti di teatro portano i Sonetti di Shakespeare su un palcoscenico virtuale

VeneziaToday è in caricamento