menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Portacicche dei cestini, foto Veritas su Twitter

Portacicche dei cestini, foto Veritas su Twitter

Portacicche presi di mira a Venezia, decine smontati e rubati

Veritas: «Chi lo fa deve sapere che si tratta di un comportamento vietato dai regolamenti e dalle norme comunali e viene sanzionato con una multa di 176 euro»

Decine, centinaia negli anni, i portacicche dei cestini dei rifiuti smontati e portati via a Venezia. L’anno scorso ne sono stati rubati 40, poi sostituiti, spiega Veritas che avverte: « Chi lo fa deve sapere che si tratta di un comportamento vietato dai regolamenti e dalle norme comunali in materia, quindi viene sanzionato dagli ispettori ambientali e dai vigili urbani con una multa di 176 euro».

Costi per tutti

«Negli ultimi giorni sono stati smontati e rubati circa venti portacicche in centro storico. Ogni portacicche costa 80 euro, ai quali deve essere aggiunto il costo del personale che li reinstalla. Si tratta di oggetti che devono essere ordinati e realizzati ad hoc, quindi per un periodo alcuni cestini rimangono sprovvisti di portacicche. Nel centro storico di Venezia sono presenti circa 900 cestini, ognuno dei quali dotato di portacicche, salvo furti o danneggiamenti. Non c’è quindi nessuna giustificazione per chi getta a terra mozziconi di sigaretta, dimenticando tra l’altro che una legge dello Stato vieta di abbandonarli in strada, pena una sanzione salata».

Cestini non cassonetti

I cestini sono collocati nelle aree più frequentate della città e svuotati con una frequenza variabile in base alla zona, al periodo e alla velocità di riempimento. Non sono cassonetti per i rifiuti di casa, nonostante alcuni residenti incivili e turisti (mal consigliati) si ostinino a considerarli tali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento