Attualità

Voglia di tornare a vivere i nostri paesi: boom di accessi al portale del Miranese

La piattaforma di Confcommercio che mette in collegamento clienti e attività commerciali del territorio ha registrato in due mesi e mezzo un +17% di utenti

La filanda di Salzano

C’è voglia di ripartire, tornare a muoversi e visitare il territorio. Lo si capisce anche dai dati degli accessi registrati nella nuova sezione turismo del portale del Miranese, piattaforma di Confcommercio che mette in collegamento clienti e attività commerciali del territorio. Da quando lo scorso 28 gennaio sul sito è comparsa una sezione dedicata alla riscoperta del territorio, con le sue bellezze, i siti caratteristici, le attrazioni e l’offerta ricettiva, la piattaforma ha registrato un incremento delle visite pari al 17,6%, con oltre 5 mila visitatori e più di 6 mila sessioni di collegamento. Un portale che era già molto utilizzato prima, soprattutto durante il lockdown, quand’era utile per contattare, ad esempio, le attività che svolgevano servizi di consegna a domicilio o take away.

L’88,7% di coloro che hanno fatto accesso, comunque, non era mai entrato nella piattaforma prima, mentre l’11,3% era già frequentatore assiduo. Per provenienza al primo posto c'è Milano (19,90%) seguita da Venezia (19,02%). Altri picchi di rilievo arrivano dalle città di Treviso, Vicenza, Roma e Padova. Una piccola parte del pubblico è di Mogliano Veneto, Udine e Bologna. «Nonostante non sappiamo ancora come e quando si potrà tornare alla normalità – spiegano il presidente di Confcommercio del Miranese Ennio Gallo e la direttrice Tiziana Molinari – c’è voglia di ricominciare e la riscoperta, per ora solo online, delle bellezze del Miranese mostra da un lato un nostalgico sguardo agli angoli del territorio vicini a noi, da troppo tempo preclusi ai nostri occhi, e dall’altro rappresenta un chiaro segnale di interesse in vista di possibili future fruizioni».

La sezione turismo del portale del Miranese ospita al momento le bellezze di Mirano, Noale e Salzano, ma in un prossimo futuro coinvolgerà anche gli altri centri come Martellago, Spinea, Scorzè e Santa Maria di Sala. Nonostante una guida ancora parziale, il ritorno positivo che l’iniziativa sta riscuotendo è notevole. Il Miranese ambisce ad attrarre flussi turistici rilevanti, forte delle sue peculiarità e di una modalità di accoglienza diversa dal turismo di massa, che favorisce la lentezza, gli aspetti naturalistici e la mobilità sostenibile, i prodotti tipici e legati alle ricorrenze. La campagna promozionale di Confcommercio del Miranese si è avvalsa dell’utilizzo di piccoli trailer realizzati con partner come Echidna Cultura, La Piccionaia e True Hardcore Cycle. Per la confederazione aver investito su un progetto valido e ricco di potenziale deriva anche dai numerosi commenti positivi lasciati dagli utenti del web sotto i post pubblicati nelle pagine (foto sotto: la Rocca di Noale).

Rocca Noale-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voglia di tornare a vivere i nostri paesi: boom di accessi al portale del Miranese

VeneziaToday è in caricamento