Attualità

Poste Italiane a sostegno dei litorali certificati Bandiera Blu della provincia di Venezia

Sul canale Instagram dell’Azienda le foto dei postini che consegnano la corrispondenza sul lungomare

Poste Italiane è presente anche nei comuni “Bandiera Blu” della provincia di Venezia quali Cavallino Treporti, Bibione, Caorle, Eraclea, Lido di Jesolo, Lido di Venezia, Sottomarina, a cui si aggiungono anche le coste del litorale rodigino: Rosolina Mare, Porto Tolle, Barricata, Boccasette, Conchiglie. Questa certificazione viene attribuita ogni anno (dalla Fee, la Foundation for Environmental Education) alle località turistiche e alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto, tenendo in considerazione ad esempio la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.

Nella selezione di fotografie pubblicate sul canale ufficiale di Instagram dell’azienda guidata da Matteo Del Fante, i portalettere vengono ritratti mentre consegnano la corrispondenza sul lungomare delle località contraddistinte dalla “Bandiera Blu”. Il prestigioso riconoscimento quest’anno è andato, tra gli altri, al comune di Cavallino Treporti, in provincia di Venezia, che con i suoi 15 km di spiagge e quasi 6 milioni di presenze turistiche annuali rappresenta uno dei più importanti comprensori turistici d’Italia anche in un’ottica di qualità ambientale”. La portalettere Tamara Bodi, attiva ormai da 18 anni nella zona di Cavallino, è testimone di quanto sa esprimere questo territorio.

«Il riconoscimento della bandiera blu – esordisce la portalettere - premia la qualità del mare e dei servizi del nostro litorale e conferma la vocazione ambientalista del nostro comprensorio. Dopo un inverno condizionato dal lockdown, in cui abbiamo assistito alla riscoperta del turismo di prossimità e alla valorizzazione delle seconde case da parte degli italiani, oggi la stagione turistica sta ripartendo alla grande con presenze straniere in continua crescita. Io e miei colleghi serviamo anche i tanti campeggi della zona e il fenomeno è evidente. Qui l’80 percento del turismo è straniero con una forte predominanza di tedeschi a cui consegniamo di tutto, compresi i giornali in abbonamento che si fanno spedire qui durante le vacanze; un indicatore che conferma la tendenza ad effettuare permanenze di lungo periodo».

Ma i turisti nordeuropei cercano l’ecosostenibilità a tutto tondo e «qui - prosegue Bodi -, oltre al mare blu e alle pinete lussureggianti, trovano anche l’oasi naturalistica di Lio Piccolo,frequentata dai fenicotteri rosa, a cui si aggiungono decine di chilometri di piste ciclabili, un vero paradiso per i ciclo-turisti».

Nei prossimi giorni verranno pubblicati altri scatti provenienti dai comuni d’Italia che hanno ricevuto il riconoscimento di Bandiera Blu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane a sostegno dei litorali certificati Bandiera Blu della provincia di Venezia
VeneziaToday è in caricamento