Svelata la nuova opera di Lorenzo Quinn: «Da Venezia può nascere un messaggio positivo» | VIDEO

L'opera, curata da Amira Gad e collocata nel giardino di Palazzo Corner della Ca’ Granda a San Marco, potrà essere ammirata fino al 31 ottobre 2022

Si intitola Baby 3.0 la nuova creazione monumentale di Lorenzo Quinn esposta a Venezia e inaugurata ieri pomeriggio a Palazzo Corner della Ca’ Granda, dove resterà fino al 31 ottobre 2022. Quella dello scultore figurativo italoamericano è un' opera sorprendente e iconica, che si staglia sul Canal Grande e che vuole essere un simbolo di rinascita ma anche un tributo verso il mistero della vita.

«Ora più che mai dopo la pandemia, di fronte al dramma delle guerre, della povertà diffusa e dei gravi problemi ambientali, c’è bisogno di ribadire il valore della vita, di lavorare al cambiamento e alla creazione di una nuova umanità. Quest’opera è una dichiarazione di speranza per il futuro, anche per Venezia. Un bimbo ancora nel grembo materno ma già pronto alla vita» ha spiegato Quinn. 

Realizzata in rete d’acciaio inossidabile e fusione di alluminio, alta 7 metri e larga quasi 9, Baby 3.0 potrà essere ammirata fino al 31 ottobre 2022 e punta ad essere, anche per Venezia stessa, l’auspicio di una nuova rinascita: «La nuova opera di Lorenzo Quinn non è altro che un atto concreto che traduce lo spirito di una comunità in una creazione artistica – ha commentato il sindaco Luigi Brugnaro –. È un piacere poter ospitare l’ultimo lavoro dell'artista, che dimostra ancora una volta un amore smisurato per questa città».

Si parla di

Video popolari

VeneziaToday è in caricamento