rotate-mobile

Con oltre 300 imbarcazioni, il Salone Nautico di Venezia si prepara a ripartire | VIDEO

Trenta nuovi cantieri, quindici première mondiali e duecentoquaranta imbarcazioni esposte in acqua: sono solo alcuni dei numeri della quinta edizione del Salone Nautico, che si terrà dal 29 maggio al 2 giugno all'Arsenale di Venezia

Oltre 300 imbarcazioni e 270 aziende saranno le protagoniste della quinta edizione del Salone Nautico Venezia in programma dal 29 maggio al 2 giugno nella cornice dell'Arsenale. Una manifestazione, organizzata da Vela Spa per conto del Comune di Venezia con la collaborazione della Marina Militare Italiana, che offre un’opportunità di promozione unica al mondo dell’industria nautica italiana e internazionale.

«Il Salone, che si snoderà in oltre 30mila mq tra gli spazi espositivi esterni e le Tese cinquecentesche, quest’anno si affianca alle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Marco Polo – ha ricordato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, nel corso della conferenza stampa di presentazione, tenutasi nella mattinata di lunedì 20 maggio –. Questa manifestazione non è solo mercato, è anche e soprattutto un momento di scambio di saperi, di conoscenze di lavoro e di attenzione alla sostenibilità grazie agli approfondimenti sul tema del mare e su come preservarlo».

Gli espositori

Gli espositori totali dell’edizione 2024 sono circa 270, di cui i nazionali sono 216 (80% del totale) e tra questi i principali player italiani nonché oltre 50 cantieri ed espositori veneziani, tra i quali numerose eccellenze dell’artigianato cantieristico tradizionale della laguna di Venezia. Gli espositori internazionali sono 54 (20% del totale), principalmente provenienti da Regno Unito, Croazia, Slovenia, Polonia, Spagna, Francia, Germania, Austria, Svezia, Danimarca, Finlandia.

I tre grandi gruppi italiani – Ferretti Group, Azimut Benetti e Sanlorenzo – proporranno per l'occasione alcune prime assolute, confermando così al Salone un ruolo importante. Si registra poi, ancora una volta, la crescita del segmento vela con importanti presenze di cantieri italiani e internazionali sia tra i monoscafi che tra i catamarani.

«Con questa iniziativa, alla sua quinta edizione, Venezia si sta candidando a diventare un centro permanente per la nautica – ha affermato Fabrizio D’Oria, direttore organizzativo del Salone Nautico Venezia –. Quello di cui siamo più fieri è di essere riusciti a trasmettere un messaggio di opportunità commerciale e internazionalità. Gli espositori presenti nel 2023 hanno riconfermato con un tasso del 98% la loro presenza all’edizione 2024, e a questi si sono aggiunti molti nuovi prestigiosi cantieri nazionali e internazionali».

«Da sempre il Salone Nautico Venezia ha avuto un focus molto importante nel segmento di propulsioni elettriche e ibride – ha aggiunto Alberto Bozzo, direttore commerciale del Salone –. Nel 2024 saranno presenti più di 50 imbarcazioni green; le grandi novità vengono, da un lato, dai segmenti che stanno adottando queste propulsioni con scafi sempre più grandi e autonomie sempre maggiori e, dall’altro, con l’introduzione delle propulsioni a idrogeno fuel cell di cui daremo ampio spazio espositivo. Vedremo esposte inoltre le nuove frontiere delle tecnologie di ricarica, anche con l’ausilio di pannelli solari fotovoltaici e di imbarcazioni “madre” che ricaricano imbarcazioni più piccole».

L'inaugurazione

Il Salone sarà inaugurato mercoledì 29 maggio alle ore 11.00. Nel primo pomeriggio si terrà un importante convegno dal titolo “La nautica da diporto nel III millennio. Driver di occupazione e immagine”, che vedrà coinvolti i principali player della nautica italiana.

«Anche per questo quinto appuntamento abbiamo voluto essere a fianco della città e dell'amministrazione comunale per l’organizzazione di questo evento, non solo mettendo in campo uomini e mezzi ma anche gli spazi a terra e gli specchi acquei della base navale all’interno dello storico Arsenale – ha ricordato l’Ammiraglio di Divisione della Marina Militare di Venezia Andrea Petroni –. Per l’occasione saranno presenti diverse nostre navi: nave Tedeschi, nave Procida e nave Pantelleria, ormeggiate all’interno dell’Arsenale, mentre nave Sirio e nave Morosini saranno ormeggiate rispettivamente in Riva San Biagio e Riva Sette Martiri».

Il Salone Nautico Venezia è stato riconosciuto dalla Regione Veneto quale manifestazione fieristica di rilevanza internazionale, che la connota come una delle principali rassegne italiane dedicate al mondo della nautica e della cantieristica, con positive ricadute per il settore turistico veneto. «Il comparto nautico italiano nel 2023 ha raggiunto 9,1 miliardi di fatturato all’export, in leggera riduzione rispetto al 2022 ma più che raddoppiato rispetto al 2019 – ha spiegato il presidente di ICE (Agenzia per la promozione all’estero), Matteo Zoppas –. All’edizione 2024 del Salone Nautico, Agenzia ICE porterà 40 operatori, il 30% in più rispetto all’anno scorso, individuati grazie al contributo dei nostri uffici all’estero in base all’autorevolezza, alla rappresentatività e alla capacità di fare la differenza nel creare delle possibilità di business per gli espositori italiani. A Venezia saranno presenti alcuni dei più importanti brand del mondo della nautica a livello globale, che hanno reso il Made in Italy un punto di riferimento nei maggiori mercati».

«Il Salone Nautico riconcilia Venezia con la sua storia: quella di una grande potenza marinara e mercantile. La Camera di Commercio crede moltissimo nell’importanza di questa iniziativa pensando all’utilità che si riverbera su un ambito che va molto al di là del nostro territorio» ha concluso il presidente della Camera di Commercio di Venezia Rovigo, Massimo Zanon.

Le novità e gli eventi collaterali

Grande novità dell’edizione 2024 sarà il Wood Village: un’area internamente dedicata alle barche in legno a motore costruite dai cantieri veneziani secondo tecniche e strumenti antichi della tradizione artigianale della lavorazione del legno per dare visibilità alle eccellenze del territorio.

Nell’area del Bacino di Carenaggio Medio si concentreranno gli sport acquatici con particolare focus sulle soluzioni sup, surf e foil elettrici e prove in acqua, il tutto ricaricabile grazie a pannelli fotovoltaici galleggianti installati nel bacino. Altra novità sarà la presenza di Range Rover con un circuito dedicato ai test di guida (test drive area). 

Oltre alla visita alle imbarcazioni, il Salone Nautico sarà anche il contenitore di appuntamenti scientifici come convegni, conferenze e presentazioni, ma anche laboratori e attività didattiche per bambini e famiglie e prove in acqua. Sono previsti oltre 50 eventi culturali e di approfondimento tra convegni e talk show, la maggior parte dei quali dedicati al tema della sostenibilità, alla salute del mare e alle nuove propulsioni elettriche e ibride.

Appuntamento fisso è l’edizione 2024 del Concorso internazionale per la selezione di Studi e Progetti di Barche - Navigazione sostenibile promossa dalla Fondazione Musei Civici, dedicata in particolare a progetti attinenti la “Selezione di studi e progetti di barche-Navigazione sostenibile”, una sfida interamente universitaria dedicata agli studenti provenienti Campus Universitario La Spezia-Promostudi, Università degli studi Trieste, Politecnico di Milano. Per ogni ateneo verranno selezionati i cinque progetti più meritevoli e innovativi in particolare con caratteristiche di elevata efficienza energetica e ridotto impatto ambientale. Il programma completo è consultabile online

Video popolari

VeneziaToday è in caricamento