rotate-mobile
Attualità Noale

A Noale il presepe in tempo di Covid dedicato alla civiltà contadina

Lo ha realizzato, nel giardino di casa, Renzo Milan, pensionato con la passione del “fai da te”. Sulle statuine la «Mascherina come invito alla gente che passa di qui di fare altrettanto»

Si trova in via Sansovino a Noale il presepe dedicato alla civiltà contadina. Lo ha realizzato, nel giardino di casa, Renzo Milan, pensionato con la passione del “fai da te”. E’ un tuffo nel passato quando i nostri avi vivevano del lavoro sui campi. Milan ha costruito con grande precisione gli attrezzi di lavoro, i trattori e le macchine da arare, il fienile, il pollaio, il bagno esterno. Il grande prato è popolato di uomini e donne al lavoro, sagome in legno che la moglie ha poi rivestito creando per ciascuno un abito diverso. 

Il presepe in tempo di Covid

Il presepe, che si può vedere di giorno e di sera illuminato, è quasi come il set del film “L’albero degli zoccoli” di Ermanno Olmi. «Ho ricostruito anche i più piccoli attrezzi che servivano nel lavoro dei campi, seghe, badili, falci, carriole – spiega il pensionato conosciuto per aver realizzato piccole e grandi oggetti di legno anche quando era impegnato nel palio tra le fila della contrada della Cerva -. E con mia moglie abbiamo pensato di far indossare a tutte le statue la mascherina come invito alla gente che passa di qui di fare altrettanto». Il presepe artistico di Renzo Milan sarà visibile per tutto il periodo delle festività natalizie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Noale il presepe in tempo di Covid dedicato alla civiltà contadina

VeneziaToday è in caricamento