menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le previsioni meteo in Veneto dell'Arpav

Le previsioni meteo in Veneto dell'Arpav

Previsioni meteo: arriva la perturbazione di Capodanno

Inizio dell'anno con la pioggia in pianura e con una nuova nevicata in montagna

L’inizio del 2021 sarà caratterizzato da una nuova perturbazione che porterà ancora nevicate su Dolomiti e Prealpi e pioggia in pianura. Si tratta del terzo episodio in un mese in cui si sono verificate nevicate molto significative in montagna, che non si vedevano da anni. Da giorni, ormai, un’ampia circolazione ciclonica persiste sull’Europa settentrionale e si estende in modo più o meno consistente sul Mediterraneo centro-occidentale. 

Questa sera, viste le previsioni di un prossimo abbassamento delle temperature e di possibili deboli precipitazioni, a partire dalla mezzanotte a Venezia sarà attivato il piano neve ed entreranno in azione gli spargisale. I mezzi interverranno in corrispondenza di cavalcavia, rotatorie e sottopassi della sola Terraferma. Si raccomanda agli automobilisti di guidare con la massima prudenza.

Giovedì 31 dicembre avremo una temporanea pausa di questo periodo caratterizzato da nubi e frequenti precipitazioni. La circolazione sarà infatti leggermente anticiclonica, non avremo precipitazioni (a parte qualche residuo fenomeno nelle primissime ore), sono previsti frequenti tratti soleggiati, ma saranno ancora presenti nebbie in pianura specie nelle ore più fredde.

La nuova perturbazione interesserà il Veneto a partire dalla mattinata di venerdì 1 gennaio e la sua fase più consistente dovrebbe essere tra il pomeriggio di venerdì 1 e la serata di sabato 2. Sono previste piogge estese, che interesseranno con maggior persistenza e intensità le zone centro settentrionali, determinando quantitativi di precipitazione anche abbondanti sulle zone montane e pedemontane. La neve cadrà inizialmente anche a bassa quota (non in pianura ma fino ai fondovalle prealpini) per poi portarsi intorno a 800-1000 metri sulle Prealpi nella giornata di sabato, mentre sulle Dolomiti le nevicate potranno localmente continuare anche quote più basse. Sono dunque ancora previste copiose nevicate sui monti, specie sopra i 1000 m circa. Domenica 3 l’evoluzione risulta ancora abbastanza incerta; in ogni caso le eventuali precipitazioni dovrebbero risultare di entità assai minore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento