Previsioni errate, domenica di sole ma i turisti non arrivano. E gli albergatori protestano

Operatori furiosi dopo che i guadagni del weekend sono sfumati perché il timore delle piogge ha scoraggiato i potenziali utenti. All'attacco anche il sindaco di Jesolo

Il "terrorismo meteo" ha colpito ancora: molti siti avevano previsto un weekend con piogge e maltempo, con il risultato che una parte delle persone che avevano prenotato stanze e lettini sulle spiagge del litorale aveva rinunciato a muoversi, annullando le prenotazioni. Poi le cose sono andate come si è visto: una domenica di sole splendente con temperature estive, proprio l'ideale per andare al mare.

Prenotazioni annullate

Naturale che la cosa abbia fatto infuriare gli operatori del turismo, che hanno visto sfumare affari e introiti. Numerose le prenotazioni perse, tanto che molti hotel, che ormai erano tutti esauriti, sono arrivati ad avere solo tre o quattro stanze occupate. Sotto attacco - come riporta Il Gazzettino - soprattutto i servizi meteo web commerciali, che spesso forniscono previsioni meteo con largo anticipo (7 giorni o più) e quindi accusati di essere inaffidabili. Per tutta la settimana scorsa hanno annunciato temporali nel weekend, scoraggiando coloro che avevano intenzione di passare qualche ora a Jesolo, Eraclea, Caorle. E così sono scattate le disdette.

Webcam

Alla fine pochi arrivi e poche presenze. Anche il sindaco di Jesolo si è espresso duramente contro questo fenomeno, lamentando ripercussioni negative notevoli sull'economia della città. Eppure i servizi affidabili (e consigliati) ci sono: quello ufficiale dell'Arpav, così come quello dell'aeronautica militare. E poi le previsioni meteo diffuse direttamente sul sito del Comune. Un'altra opportunità che gli operatori potrebbero cercare di sfruttare il più possibile è quella delle webcam, così che gli utenti abbiano modo di verificare via social, con i propri occhi, la situazione meteo sulle spiagge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Il Veneto sarà ancora in area arancione da domani: cosa si può fare e cosa no

Torna su
VeneziaToday è in caricamento