Attualità

Canale Fosson a San Stino di Livenza, approvato il progetto di arginamento

Un'area di circa 80 ettari soggetta ad allagamenti, in passato particolarmente colpita durante le eccezionali avversità atmosferiche. L'importo di 147 mila euro è finanziato dal Comune

Foto: Alluvione del 2014 a San Stino, archivio

Il Consiglio di amministrazione del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, nell'ultima riunione del 4 febbraio, ha approvato il progetto esecutivo dei lavori Miglioramento della funzionalità idraulica del bacino Fosson nel comune di San Stino di Livenza, nell'area compresa tra l'autostrada Venezia-Trieste ed i canali Malgher e Fosson Esterno. Si tratta di un'area di circa 80 ettari complessivi, soggetta ad allagamenti, che è stata particolarmente colpita durante le eccezionali avversità atmosferiche occorse a cavallo del gennaio e febbraio 2014.

Costi e opere

Il progetto, dell'importo di 147.000 euro finanziati dal comune di San Stino nell'ambito di un accordo di programma con il Consorzio di bonifica per la sistemazione idraulica della zona, prevede la realizzazione di un argine sulla sponda destra del canale Fosson Esterno nel tratto compreso tra via Fosson e la tangenziale, per una lunghezza di 470 metri con lo scopo di evitare che elevati livelli idraulici del canale Malgher facciano straripare il Fosson nell'area adiacente in destra idrografica, a nord di via Fosson, ove sorge un nucleo abitato che comprende anche la casa di riposo. Lateralmente, ed in adiacenza al nuovo argine, verrà preliminarmente realizzata una condotta di gronda, che intercetterà tutti i deflussi della superficie di 12 ettari in destra idrografica caratterizzata da un assetto misto agricolo-urbano per addurli al futuro sottopassante il Fosson Esterno.

L'appalto

I lavori in questione seguono quelli del primo stralcio dell'importo di 130 mila euro sempre messi a disposizione dal Comune di San Stino, che il Consorzio sta attualmente eseguendo e che consistono nella realizzazione di una postazione idrovora da 1000 litri al secondo per il sollevamento delle acque provenienti dalla zona in destra, ma anche in aiuto, per risalita lungo il vecchio Alveo Fosson, per la zona in sinistra defluente verso l’impianto Santo Osvaldo Sussidiario. Il Presidente del Consorzio Giorgio Piazza conferma: «Ora che abbiamo approvato il progetto, daremo celermente corso alle procedure di appalto dei lavori per poter portare a compimento le opere nel modo più spedito possibile, ragionevolmente entro l'anno».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canale Fosson a San Stino di Livenza, approvato il progetto di arginamento

VeneziaToday è in caricamento