Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

«Un percorso accessibile a tutti da piazzale Roma a San Marco passando per la Fenice»

L'assessore ai Lavori pubblici di Venezia, Francesca Zaccariotto, ha in mente un investimento di 900 mila euro per eliminare barriere architettoniche: approvato in giunta

L'amministrazione comunale veneziana ha dato il via libera a un progetto per l'eliminazione di barriere architettoniche per un importo di 900 mila euro. «Realizzeremo un percorso accessibile a tutti da piazzale Roma a piazza San Marco passando per la Fenice», afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto. Il piano prevede la realizzazione di cinque rampe fisse, smontabili, a gradino agevolato, collocate sul ponte della Croze, ponte dei Frati, ponte di Piscina, ponte della Salute e ponte di San Cosmo o Lagoscuro e la realizzazione di una piccola rampa per il superamento di un dislivello in campo della Misericordia.

«L'obiettivo che il sindaco Brugnaro si è dato all'inizio del suo primo mandato è stato quello di realizzare un percorso accessibile e, in continuità, che consentisse a tutte le persone di poter arrivare direttamente da piazzale Roma a San Marco senza barriere architettoniche - spiega Zaccariotto -. Con l'approvazione del Peba (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche) avvenuta alla fine del primo mandato, ho voluto presentare il progetto definitivo, con soluzioni funzionali e prestazionali, di cinque rampe continue e smontabili più una piccola sovrapposta ai gradini che collegano campo della Misericordia alla fondamenta della Misericordia per un totale di 900 mila euro. Un piano che ha visto la proficua collaborazione con la Soprintendenza e ha permesso di trasferire sul piano costruttivo le soluzioni più funzionali». Soluzioni in sovrapposizione che siano rimovibili e facilmente riconoscibili, curando la scelta dei materiali come l’acciaio inox per le strutture e, per gli elementi calpestabili, il micro-cemento (calcestruzzo fibro-rinforzato).

Ponte della Croze a Santa Croce (ponte di fronte alla Stazione): la rampa verrà avvicinata al lato del ponte corrispondente al Canal Grande; ponte dei Frati, che collega il campo Sant’Angelo con Santo Stefano, sul lato nord si è deciso di avvicinare la rampa all’edificio a ovest, mentre sul lato sud la rampa sarà in posizione diagonale diretta verso le zone centrali di campo Sant’Angelo; ponte de Piscina, vicino alla Fenice, la rampa è vincolata alla presenza delle vetrine degli esercizi commerciali e ai portoni d’ingresso dei fabbricati limitrofi sui due lati del rio dei Barcaroli. La rampa sarà quindi addossata al parapetto del ponte per lasciare spazio per il passaggio del transito pedonale; ponte della Salute, vicino alla chiesa della Salute, la rampa è stata posizionata al centro; ponte di San Cosmo (o Lagoscuro) alla Giudecca vicino alla fermata Palanca, la rampa sul lato nord-ovest sarà posta sul lembo adiacente al canale, sul lato opposto la rampa sarà ripiegata “a libro” nella direzione della facciata della chiesa dei Santi Cosma e Damiano. 

Render Ponte della Croze 3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Un percorso accessibile a tutti da piazzale Roma a San Marco passando per la Fenice»

VeneziaToday è in caricamento