La protezione civile di San Donà si trasferisce in un vecchio magazzino del demanio

La Regione ha deciso di concedere in uso gratuito per dieci anni lo stabile al gruppo operativo. «Garantirà un importante presidio del territorio»

Foto della protezione civile da pagina Facebook

Un vecchio magazzino idraulico del demanio a San Donà di Piave diventa sede della protezione civile. La giunta regionale ha deliberato oggi, martedì 6 agosto, di concedere in uso gratuito per dieci anni lo stabile al gruppo operativo. «È un vecchio immobile in via Sabbioni – spiega l'assessore al Bilancio Gianpaolo Bottacin – attualmente non più utilizzato. Vista la richiesta del Comune di San Donà abbiamo voluto cedere all’amministrazione la disponibilità della struttura».

Manutenzione 

«Il Comune, inserendovi il proprio gruppo locale di protezione civile, provvederà ad una serie di lavori di recupero e restauro dell’immobile. Altro impegno in carico al Comune è quello ad eseguire tutti gli interventi necessari per l’uso in sicurezza del bene concesso».

Presidio

«Garantirà - conclude l'assessore - un importante presidio del territorio e in questo modo sarà valorizzata e recuperata una di quelle vecchie strutture che nel tempo erano state trasferite alle Regioni con le funzioni amministrative in materia di gestione dei beni del demanio idrico, ma ormai da anni non sono più in uso come tali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento