Protocollo fanghi «contro le direttive Ue»: voto in Senato per il nuovo testo

È l'emendamento del senatore veneziano del Pd Andrea Ferrazzi. «Si dà mandato ai ministeri di scrivere il decreto per movimentare i sedimenti»

Isola delle Tresse, archivio

Al voto oggi, lunedì 5 ottobre in aula al Senato, l’emendamento del senatore del Pd Andrea Ferrazzi che dà il via al protocollo fanghi per la laguna di Venezia. «Un passaggio centrale per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica», afferma il senatore dem che ha incontrato durante il percorso il ministro dell'Ambiente Sergio Costa e quello dei Trasporti Paola De Micheli.

Con l’emendamento, spiega Ferrazzi, «si dà mandato ai ministeri, di concerto con quello della Salute e previa intesa con la Regione, di scrivere il decreto per il rilascio delle autorizzazioni per la movimentazione dei sedimenti. Il vecchio protocollo è datato 1993, doveva essere emergenziale, durare 12 mesi e riguardare solo l’escavo dei fondali dei canali della città storica. In realtà è ancora in vigore, è utilizzato per tutta la laguna e inoltre è contro le direttive europee perché, a differenza di quanto previsto dall’Ue, non è in grado di discriminare la qualità dei sedimenti». Il vecchio protocollo analizza i “fanghi” solo dal punto di vista chimico, mentre la normativa europea impone anche l’analisi fisica, biologica, ecotossicologica. Come rilevato dal comitato di esperti, la laguna ha bisogno della redistribuzione dei sedimenti tenendo conto del fatto che ogni anno perde 1 milione di metri cubi.

Il commissario straordinario del Porto, Pino Musolino, ha dichiarato pochi giorni fa di aver già affidato i lavori di escavo dei canali portuali, secondo il protocollo esistente, come previsto dalla legge in mancanza del nuovo documento. Come è noto la classificazione dei sedimenti prevede che vengano recuperati e ripristinati quelli "non tossici" e vengano asportati i fanghi "pericolosi". Oltre all'isola delle Tresse anche il molo Sali sarà sito di conferimento per il loro deposito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento