Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

Psicologi del San Camillo a supporto degli operatori del Covid hospital Villa Salus

Medici, infermieri e sanitari che sono stati in prima linea in questi mesi difficili. Un bell’esempio di sinergia tra le due strutture ospedaliere

Villa Salus, archivio foto

Gli psicologi del San Camillo a supporto degli operatori sanitari del Covid hospital Villa Salus. Un’iniziativa nata durante l’emergenza ma che, ora che il reparto Covid a Villa Salus è stato chiuso, resta attiva per offrire un supporto a medici, infermieri e operatori sanitari che sono stati in prima linea in questi mesi difficili. Un bell’esempio di sinergia tra le due strutture ospedaliere, entrambe gestite dalla Fondazione Villa Salus e dalle Suore Mantellate di Pistoia, ma anche di solidarietà tra colleghi. 

«Il nostro pensiero è andato subito ai colleghi impegnati nel reparto covid - spiega Michela Corrias, psicologa e psicoterapeuta incaricata dall’ideatore del progetto, Giorgio Arcara, a formare e supervisionare i colleghi psicologi nella fase di avvio del progetto - Medici, infermieri, operatori sanitari: tutto personale sottoposto a un forte stress, a turni di lavoro impegnativi e soprattutto impossibilitati a “staccare” rispetto al clima di emergenza costante. Così, sulla base di un’analisi dei bisogni, abbiamo deciso di attivare uno sportello psicologico per offrire la nostra professionalità in loro supporto. Obiettivo dell’iniziativa è individuare i fattori di rischio, intercettando i casi di maggiore vulnerabilità e intervenire promuovendo la riduzione dello stress»-

«Un segnale importante – spiega il direttore sanitario Giovanni Pittoni – di attenzione e sensibilità nei confronti dei dipendenti che più di chiunque altro sono stati esposti allo stress dell’emergenza. Ed è anche un esempio di solidarietà tra colleghi e di sinergia tra le due strutture che condividono al loro interno alcune eccellenze e specializzazioni».

«Se, come tutti speriamo, la fase più acuta dell’emergenza è terminata – conclude Corrias – è nella fase della post-emergenza che potrebbero insorgere come contraccolpo alcune conseguenze dello stress emotivo, come disturbi del sonno, ansia e sintomi depressivi. È importante che chi ne avvertisse il bisogno sappia di potersi rivolgere a dei professionisti». «È vocazione della nostra realtà - spiega Mario Bassano, amministratore delegato di Fondazione Villa Salus – prestare particolare attenzione alle persone. La cura della persona non può non considerare il benessere psicofisico come un unicum. E questo vale per i nostri pazienti così come per i nostri dipendenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psicologi del San Camillo a supporto degli operatori del Covid hospital Villa Salus

VeneziaToday è in caricamento