Covid, quarantena e isolamento fiduciario: tempistiche ridotte

Il Comitato tecnico scientifico ha aggiornato il percorso di identificazione dei casi positivi e di ritorno al contesto sociale dei guariti

Tampone, foto di archivio

Il dipartimento di protezione civile della presidenza del Consiglio dei ministri ha informato che il Comitato tecnico scientifico (Cts) si è riunito domenica 11 ottobre per analizzare la ridefinizione della quarantena e dell’isolamento fiduciario. Il Cts, in coerenza con le linee guida internazionali e il principio di massima cautela, ha sottolineato l’esigenza di aggiornare il percorso diagnostico per l’identificazione dei casi positivi, così come la tempestiva restituzione al contesto sociale dei guariti.

Il Comitato ha ridefinito i criteri dell’isolamento fiduciario dei contatti stretti dei casi confermati positivi al virus Sars-CoV-2, ritenendo necessario il coinvolgimento anche dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta per il fondamentale contributo che potranno assicurare nella esecuzione dei tamponi, al fine di sostenere il sistema sanitario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il Cts, i casi positivi asintomatici, con diagnosi confermata da test molecolare, stanno in isolamento 10 giorni ed eseguono un tampone molecolare unico a fine quarantena. I casi positivi sintomatici con diagnosi confermata dal test molecolare, trascorrono un periodo di isolamento di almeno 10 giorni (dei quali obbligatoriamente gli ultimi 3 in completa assenza di sintomi) ed effettuano un tampone molecolare unico a fine quarantena. I casi positivi asintomatici che non si negativizzano dopo 21 giorni, dopo la diagnosi confermata dal test molecolare positivo effettuato al decimo e al diciassettesimo giorno, interrompono comunque l'isolamento al 21esimo giorno. Nei contatti stretti, l'isolamento fiduciario è pari a 10 giorni e prevede il tampone antigenico rapido o molecolare al termine della quarantena. Il Veneto, attraverso il presidente Luca Zaia, è fra le Regioni che avevano chiesto al ministro della Salute una riduzione del periodo di isolamento, guardando al contesto internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento