Giovedì, 21 Ottobre 2021

«Racconto una Mestre che non c'è più»: alla Torre Civica esposte le incisioni di Giuseppe Brombin | VIDEO

La mostra "Mestre, trasformazioni di una città" si tiene al secondo e al terzo piano della Torre Civica di Mestre e resterà aperta fino al 23 settembre

Fino a giovedì 23 settembre resterà aperta la mostra Mestre, trasformazioni di una città, un'esposizione che raccoglie venticinque incisioni (più un quadro) dell'artista Giuseppe Brombin

Attraverso un interessante raffronto tra fotografie attuali e acqueforti su lastra di ottone che raffigurano la Mestre antica, il pittore e incisore racconta i cambiamenti della città avvenuti durante gli ultimi settant'anni, in un originale equilibrio tra memoria, arte e storia.

Padovano di nascita ma mestrino d'adozione, Brombin – già illustratore di diversi libri che affrontano il tema della cultura e della storia del territorio – raffigura fedelmente gli scorci, le strade e le architetture di una città che nel corso degli anni ha sempre più cambiato aspetto. «Racconto l’evoluzione urbana di Mestre nel XX secolo – spiega l'artista –. Sicuramente questa esposizione, per le generazioni più giovani, rappresenta qualcosa di inedito. È un'occasione per scoprire e riscoprire una città che ormai non c'è più».

La mostra, inaugurata lo scorso 27 agosto, si tiene al secondo e al terzo piano della Torre Civica di Mestre. La rassegna – promossa dalla Pro loco Mestre e da Vela col patrocinio dell’Unpli (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) nell’ambito delle manifestazioni di “Le Città in Festa” – resterà aperta fino al 23 settembre, su ingresso libero, seguendo il normale orario di apertura della Torre.

17-2-2

16-5

Video popolari

«Racconto una Mestre che non c'è più»: alla Torre Civica esposte le incisioni di Giuseppe Brombin | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento