Regata storica "ridotta" causa Covid: «Lasciamo i posti d'onore alla gente comune»

«Niente vip». Preoccupazione anche per il distanziamento sociale degli spettatori e timore per una revoca dell'ultimo momento

Regata storica, foto d'archivio

«La Regata Storica è una festa che appartiene ai veneziani, non a liste di invitati vip. Lasciare gli eventuali posti ridotti, causa Covid, ai cittadini»: l'appello congiunto è di Sara Visman, candidata sindaca per il Movimento 5 Stelle, e Marco Gasparinetti, candidato sindaco per la lista Terra e Acqua 2020. «Se le anticipazioni sulla riduzione di capienza della 'machina' trovassero conferma - dicono - la modalità di gestione dei 350 posti disponibili, con gli invitati decisi dal sindaco Brugnaro, sarebbe uno schiaffo per la città». Tolte, sostengono i candidati, una decina di sedute per il patriarca, il prefetto, il questore, il sindaco ed eventuali ministri, «le altre mettiamoli a disposizione dei veneziani, magari con un sorteggio: vecchia proposta ugualitaria quanto mai adeguata ai tempi che viviamo». 

«I veneziani hanno superato l'acqua granda di novembre e stanno soffrendo per le consegenze economiche della pandemia. Diamo un segnale di rispetto e di attenzione per la gente comune e riserviamo loro i posti d'onore». Niente consiglieri comunali, niente candidati, niente esponenti delle partecipate, dicono Visman e Gasparinetti annunciando: se c'è il rischio che la regata faccia la fine del redentore, annunciato e poi abortito sul filo di lana, per conto dei cittadini chiederemo conto all'amministrazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La situazione Covid peggiora e c'è preoccupazione - scrive Giovanni Martini presidente della municipalità di Venezia al prefetto e al sindaco - Un evento come la regata storica di settembre, che vede arrivare in città visitatori da tutto il mondo, non garantisce il rispetto delle precauzioni anticontagio come il distanziamento sociale. Servono risposte sicure per i cittadini sull'organizzazione dell'evento e la distribuzione degli spettatori, al di fuori dei posti assegnati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento