Case di riposo e rsa: Regione e sigle sulla via dell'accordo

Tra i temi affrontati, mercoledì, la carenza di personale socio-assistenziale nelle strutture e il riconoscimento economico per l'impegno nell'emergenza Covid

Casa di riposo, archivio

Confronto proficuo, quello di mercoledì, tra sindacati (Fp Cgil, CislFp, Uil Fpl, Fisascat Cisl e Uiltc) e Regione sulle case di riposo e le rsa (residenze per anziani): un campo in cui tra le parti da anni non si trovava un punto d'incontro, soprattutto per rafforzare le strutture pubbliche in linea con la domanda crescente di assistenza, visto l'andamento demografico della popolazione.

I temi

Organici nelle case di riposo, riconoscimento premiale per il personale impegnatonella gestione dell’emergenza Covid 19 e ri-partenza anche economico-finanziaria delle strutture sono sono stati i temi al centro del confronto tra l’assessore alla Sanità e al Sociale Manuela Lanzarin e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali degli operatori delle Ipab di assistenza alle persone non autosufficienti. «Un confronto costruttivo – fa sapere l’assessore,  – che prosegue il dialogo con i rappresentanti degli enti (Uripa e Uneba) nel comune impegno di individuare risposte alle esigenze di centinaia di strutture residenziali per anziani presenti in Veneto, e di migliaia di operatori, in particolare infermieri e opearatori sanitari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Personale e riconoscimenti

In merito alla carenza di personale l’assessore ha ricordato l’impegno della Regione con i corsi e la nuova procedura avviata su scala regionale, attraverso l’avviso pubblico di Azienda Zero, per aiutare le strutturere sidenziali ad assumere infermieri e operatori sociosanitari adeguatamente formati. Quanto alla richiesta di estendere anche al personale delle case di riposo il riconoscimento premiale attribuito a medici e infermieri della sanità, l’assessore, nel condividerne lo spirito hacsegnalato la necessità di un intervento normativo in sede nazionale. Assessore e rappresentanti sindacali hanno condiviso l’esigenza di continuare il confronto tra le parti rispetto alle tematiche aperte e agli sviluppi dei provvedimenti già adottati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento