Riapre dal 23 maggio la spiaggia del Blue Moon e di altri tre stabilimenti del Lido

Lo ha annunciato la società Venezia Spiagge. Si torna sul litorale, nel rispetto delle regole per arginare la diffusione del virus

Il Blue Moon riapre sabato 23 maggio: lo ha comunicato Venezia Spiagge, la società del Comune che ha in concessione una larga parte dell’arenile del Lido. Inizialmente sarà solo il tratto centrale del Blue Moon, mentre da venerdì 29 maggio l’area si allargherà anche a quelli laterali degli stabilimenti di Lungomare D’Annunzio e San Nicolò. Saranno attivi anche il bar e il ristorante, sempre nel rispetto delle normative per il contrasto alla diffusione del coronavirus. Sabato 23 maggio, dice il prosindaco Paolo Romor, riapriranno altri tre stabilimenti (Pachuka, Spiaggia Paradiso e Alla Diga - Kuyaba), un chiosco e la spiaggia libera. Saranno operativi pure i bagni, ovviamente presidiati e periodicamente sanificati.

Spiaggia in sicurezza

Regole ed obblighi saranno ricordati da appositi cartelli. La spiaggia va frequentata nel rispetto del distanziamento interpersonale, con possibili rilevazioni della temperatura corporea, barriere fisiche alle casse, pulizia del piano di lavoro delle attrezzature utilizzate, obbligo di utilizzo della mascherina, frequente pulizia e disinfezione di tutti gli ambienti e locali, con particolare attenzione alle aree comuni.

Entro fine giugno, poi, dovrebbero essere installate nuove rastrelliere per bici, per un totale di 50 posti e altri 20 agli accessi di lungomare D’Annunzio e Marconi. Ci saranno in tutto 200 bici, di cui 70 elettriche.

Il modo più semplice e agevole per raggiungere il Lido dalla terraferma è il ferry boat linea 17, accessibile come passeggero alle normali tariffe di trasporto pubblico, in partenza dal Tronchetto. Si ricorda inoltre che il sabato, la domenica e nei festivi la navetta PK1 di collegamento tra il Park Petroli e Venezia effettua capolinea al Tronchetto anziché a piazzale Roma.

Chioggia e Sottomarina

Anche il Comune di Chioggia si sta muovendo: ha ricordato che è «momentaneamente rinviato l'inizio della stagione balneare», ma non l'apertura delle attività degli stabilimenti balneari ad uso elioterapico, quindi per prendere il sole. «Per ora la spiaggia è chiusa alla balneazione, il che vuol dire che non è garantito il servizio di salvataggio in tutto l'arenile, comprese le spiagge libere – spiega il vicesindaco e assessore al Demanio Marco Veronese – ma sottolineo che il litorale, da Sottomarina a Isola Verde, è accessibile al pubblico e può essere attrezzato per le attività balneari. Ho avvisato personalmente le associazioni di categoria per chiarire nei dettagli le modalità di apertura degli stabilimenti. Ricordo che è necessario, anche in spiaggia, evitare assembramenti e rispettare il distanziamento di almeno un metro tra persone, secondo le regole dettate dall'ultimo dpcm e dalle ulteriori disposizioni regionali in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento