rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità

«I ricavi del ticket per la manutenzione di Venezia»: già raccolte 12 mila firme

La petizione online lanciata una settimana fa da una residente. Ma per quest'anno non è previsto alcun incasso: le spese sono maggiori degli introiti

Una petizione su change.org, lanciata una settimana fa per richiedere «l'utilizzo dei ricavi dei biglietti d'ingresso - cioè il contributo d'accesso - per la manutenzione di Venezia» ha già raggiunto e superato le 12.500 firme. A lanciarla Nicoletta Corba, semplice cittadina che si definisce «un residente di Venezia, una città che amo e rispetto profondamente».

La petizione sostanzialmente chiede alla giunta comunale «delibere e atti amministrativi/giuridici che vincolino gli introiti derivati dai ticket d'ingresso nella città antica in opere per il mantenimento della stessa». Le opere elencare a titolo esemplificativo sono: «Lo scavo dei canali, l'installazione di fognature moderne, la ristrutturazione delle case sfitte degli Enti Pubblici e l'offerta successiva di locazioni per residenti, studenti ed operatori sanitari».
«È tempo che i profitti derivanti dal turismo vengano reinvestiti direttamente nella conservazione della nostra amata Venezia. Facciamo la differenza per il futuro della nostra città. Firmate la petizione e unitevi a noi in questa causa importante» conclude la petizione, che sta trovando un numero molto ampio di firmatari.

Ad oggi comunque non sono previsti ricavi, almeno per il 2023, derivanti dall'introduzione del contributo d'accesso: i controlli, la gestione e la campagna informativa costeranno infatti intorno ai 3 milioni di euro, mentre gli introiti dovrebbero essere meno (la giunta aveva previsto 700 mila euro, già superati, si va verso i 2 milioni totali). Da Ca' Farsetti non commentano la petizione, ma fanno intendere che il tema si porrà nel momento in cui le entrate supereranno le spese: appare scontato che, come nel caso della tassa di soggiorno, i soldi verranno vincolati a Venezia. Il tema stringente, notano dall'amministrazione, è quello del rifinanziamento della Legge Speciale, in scadenza quest'anno: la richiesta della giunta è di 150 milioni l'anno, un ordine di grandezza di molto superiore ai possibili introiti (tutti da valutare) del contributo d'accesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«I ricavi del ticket per la manutenzione di Venezia»: già raccolte 12 mila firme

VeneziaToday è in caricamento