rotate-mobile
Attualità Sant'Erasmo

Forte di Sant'Erasmo, la riqualificazione parte dalle tradizioni locali

Delibera di Consiglio per avviso pubblico e concessione venticinquennale del compendio di proprietà comunale

Via libera alla deliberazione di Consiglio comunale per la riqualificazione dell’ex Forte di Sant’Erasmo attraverso attività legate ai prodotti e alle tradizioni locali con avviso pubblico. La concessione del compendio di proprietà comunale è venticinquennale.

Dal punto di vista tecnico, si legge nel provvedimento, con la pubblicazione dell’avviso pubblico a favore di enti del terzo settore, anche attraverso temporanee aggregazioni “di scopo”, si dà avvio a un percorso di valorizzazione turistica e ambientale dell’isola, attraverso una migliore fruibilità di residenti e visitatori, nel rispetto dei criteri di sostenibilità ambientale, della promozione, della programmazione di iniziative ed attività culturali e sociali, nonché della valorizzazione dal punto di vista culturale, delle tradizioni locali ed enogastronomiche.

«Andiamo incontro alla richiesta dei residenti dell’isola di avere la possibilità di trasformare i prodotti coltivati direttamente in loco. Un’occasione che arriva dopo vari passaggi amministrativi che ora consentiranno una nuova opportunità di sviluppo delle attività del posto e valorizzazione di prodotti simbolo dell’eccellenza veneziana», commenta l’assessore al Patrimonio Renato Boraso. Una bella notizia per il consigliere delegato alle Tradizioni Giovanni Giusto, concreta attuazione dei programmi di rivitalizzazione favorendo le attività produttive tradizionali con particolare riferimento all’agricoltura, fulcro del sistema socio-economico isolano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forte di Sant'Erasmo, la riqualificazione parte dalle tradizioni locali

VeneziaToday è in caricamento