menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: palazzo Soranzo

Foto: palazzo Soranzo

2,7 milioni per rifare palazzo Soranzo a Murano: ci andranno i vigili e l'anagrafe

Passa in giunta il progetto di ristrutturazione dell'immobile cinquecentesco in fondamenta Colleoni  

La giunta ha approva il progetto di ristrutturazione per palazzo Soranzo a Murano per 2,7 milioni. L'assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto: «Ora nuovi spazi per i vigili urbani, l'anagrafe e per l'aggregazione».

Gli interventi

La giunta si è riunita martedì a Ca’ Farsetti e ha ammesso il piano di fattibilità tecnico economica per il restauro dello stabile cinquecentesco in fondamenta Colleoni. È previsto di eliminare le barriere architettoniche e mettere in opera un elevatore a servizio di tutti i locali per persone con ridotta capacità motoria. È in programma la riduzione delle infiltrazioni dal basso con la posa di una guaina, l'installazione di nuovi impianti di calore e raffreddamento e il consolidamento statico dell’edificio, il restauro delle murature, il rifacimento degli intonaci e dei servizi igienici e locali spogliatoi.

Le tappe la destinazione

Il progetto di restauro prevede lo stanziamento di 2,7 milioni di euro che finanzieranno un cantiere che avrà inizio nel 2020, non appena saranno approvati i progetti definitivi, e vedrà concluso l’iter con la gara d’appalto. «In tanti pensavano che questo palazzo, come quello Da Mula, sarebbero stati venduti - dice Zaccariotto -  invece in questo edificio troveranno sede al piano terra una serie di servizi pubblici essenziali (uffici a uso dei vigili urbani e anagrafe) e nel resto dell’edificio stanze da dedicare ad attività di aggregazione per eventi temporanei e mostre, oltre che come sede di associazioni dell’isola di Murano».

Riutilizzo culturale

Fino al 2016 l’edificio è stato a lungo utilizzato come sede della scuola elementare Ugo Foscolo. Il fabbricato è di proprietà del Comune di Venezia e accoglieva nei primi due piani l’attività didattica e al piano terzo, nel sottotetto, la segreteria con gli uffici direttivi e amministrativi. L’immobile ha una pianta di circa 430 metri quadrati e si erge su tre piani. A seguito della chiusura delle attività scolastiche è stato redatto uno studio di fattibilità per un possibile riuso culturale del palazzo. «Obiettivo di questa amministrazione – continua Zaccariotto – è fare in modo che Murano, così come tutto il resto della città, sia interessata da un puntuale e diffuso lavoro di manutenzione e ristrutturazione». Accanto a questo progetto, ricorda l'assessore, sono stati investiti nell'isola più di 18 milioni per realizzare, tra le altre cose, alloggi in social housing, 28 appartamenti, Erp e non Erp, per cui sono stati destinati altri 1,5 milioni di euro, ai quali si sono aggiunti altri 744 mila euro per la manutenzione e successiva consegna di ulteriori 14 alloggi. Altri 500 mila euro sono andati per la manutenzione delle pavimentazioni in tutta l’Isola e principalmente per le fondamenta dei Vetrai, Da Mula, Colonna e Serenella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento