rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità Spinea

Spinea rimette a nuovo l'impianto di atletica leggera dello stadio Allende

Un intervento da 880 mila euro, di cui 740 mila dal fondo sport e periferie della presidenza del Consiglio dei ministri e 140 mila di cofinanziamento dal Comune

Rimessa a nuovo della pista di atletica leggera dello stadio Salvador Allende di Spinea: è l'intervento straordinario previsto dal Comune che ha dato l'ok al progetto esecutivo mercoledì. L'impianto non veniva sistemato dall'ultimo rifacimento, nel 1986, e versa in condizioni di degrado in vari punti, spiega l'amministrazione. «Sul lato est della pista ci sono radici affioranti e le pedane hanno bisogno di un profondo intervento di ristrutturazione». Non essendo possibile allo stato attuale omologarlo agli standard previsti dalla Fidal (Federazione Italiana Di Atletica Leggera), una volta fatta la manutenzione straordinaria, l'impianto verrà adeguato alle normative della Federazione dando così la possibilità di organizzare manifestazioni sportive agonistiche, per uno sport all’aria aperta altamente educativo.

Nonostante gli interventi di manutenzione ordinaria e alcuni di manutenzione straordinaria che hanno interessato le parti più usurate, sia la pista che le pedane si trovano oggi in condizioni tali da richiedere un intervento di ristrutturazione radicale: alcune parti sono infatti sconnesse e lo strato superficiale è diffusamente crepato in molte zone, dove si stacca dal sottofondo bituminoso. 

Attualmente le strutture dedicate alle varie discipline dell’atletica leggera sono: la pista ad anello con 6 corsie, la pedana per il salto in lungo e triplo, la piattaforma per il lancio del peso e quella per il lancio del disco e del martello, la pedana per il salto con l’asta e la pedana per il salto in alto e il lancio del giavellotto. L’importo dell’intervento è di 880 mila euro, mediante partecipazione all’avviso pubblico per al Fondo sport e periferie del 2022 della presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento per lo sport, il cui contributo massimo è pari a 800 mila, col cofinanziamento dell’Ente. Pertanto si prevede la ripartizione della spesa in 740 mila euro dal contributo e 140 mila di cofinanziamento del Comune.

La presentazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica definitiva era la condizione per raggiungere un punteggio superiore in sede di bando. Al livello progettuale superiore alla fattibilità tecnico-economica richiesta verrà infatti attribuito un punteggio determinato sul livello di progettazione presentato, anche tenendo conto delle soluzioni innovative proposte con riferimento all’efficientamento energetico. Anche la multidisciplinarità sportiva dell’impianto era una condizione per aumentare il punteggio, in più verranno realizzate altre lavorazioni per ottenere l’omologazione Fidal. Soddisfazione dall'amministrazione.

«Abbiamo lavorato per priorità e oggi siamo arrivati a formalizzare questo tipo di progetto. È necessario puntare sullo sport, vista anche l’emergenza educativa, come azione pratica di supporto sociale, offrendo ambienti sportivi sicuri e di comfort, capaci di essere catalizzatori di interesse e di crescita», commenta il sindaco Martina Vesnaver. «Speriamo che l’intervento venga finanziato. Abbiamo già dimostrato la nostra capacità di portare a casa finanziamenti, ora puntiamo a questo progetto che porti Spinea, città dove sono presenti tanti ragazzi, ad avere una struttura accogliente con tutti i servizi per i suoi cittadini. Il tutto, come stiamo facendo, nella prospettiva dell’importanza che lo sport riveste nel benessere e nell'educazione. Spinea, sempre più Città europea dello Sport 2023», afferma l’assessore allo sport, Elia Bettin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spinea rimette a nuovo l'impianto di atletica leggera dello stadio Allende

VeneziaToday è in caricamento