Attualità Piazza Cantiere

A Dolo il Riviera Pride, ospite Alessandro Zan

Torna l'evento dedicato all'orgoglio Lgbt+, appuntamento il 19 giugno nella piazza dello squero. Organizzazione a cura del collettivo Artemisia e Amnesty

Nel mese dell'orgoglio Lgbt+ anche la provincia di Venezia avrà il suo Pride: non una sfilata - sconsigliata, viste le restrizioni ancora in vigore per la pandemia - ma un presidio statico che si terrà in centro a Dolo, nella piazzetta dell'antico squero, sabato 19 giugno. Lo ha annunciato il collettivo transfemminista Artemisia, che organizza l'evento in collaborazione con Amnesty International Dolo: «Il primo pride nella Riviera del Brenta», ricordano i promotori, che cercano anche di ridare forza ad un'iniziativa che in questa zona non ha attecchito più di tanto, almeno negli ultimi anni (è andata meglio, ad esempio, a Treviso nel 2019).

Evento statico, dunque, ma non mancheranno i colori e l'atmosfera di festa. Con un ospite speciale, perché l'organizzazione ha annunciato la partecipazione del deputato Alessandro Zan, promotore del  disegno di legge per il contrasto all'omofobia. «Zan, oltre a dare sostegno all'iniziativa, ci parlerà del ddl che porta il suo nome - spiegano gli organizzatori del Pride - Il ddl Zan è al momento fermo in Senato e oggetto di ostruzionismo da parte della destra parlamentare e contrastato dai partiti più reazionari del Paese. Questa legge - sostengono - rappresenta un primo passo, necessario e fondamentale, nella lotta per il riconoscimento dei diritti della comunità Lgbt+».

Il Pride è una manifestazione che, ogni anno, porta sulle strade delle città di tutto il mondo migliaia di manifestanti che rivendicano i diritti, l’autoaffermazione e la libertà delle persone Lgbti+ (lesbiche, gay, bisex, transgender, intersex). «Pride significa orgoglio, fierezza per quello che si è e che nessuno può cambiare o limitare - ricorda l'organizzazione - orgoglio che contrasta la vergogna e lo stigma a cui le persone Lgbti+ sono state costrette nel corso della storia». Per queste ragioni, nei giorni precedenti o successivi all’ultimo sabato di giugno, «centinaia di migliaia di persone di tutti i colori sfilano nelle piazze e il mese del Pride diventa occasione di riflessione su diritti civili, sessualità e identità attraverso eventi informativi, dibattiti e iniziative». La manifestazione si svolge dalle 17 alle 19, nel rispetto delle norme anticovid.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Dolo il Riviera Pride, ospite Alessandro Zan

VeneziaToday è in caricamento