menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per San Valentino e carnevale a Musile si valorizza il centro

Vetrofanie per gli esercenti e arance da regalare ai cittadini: il Comune non rinuncia a festeggiare la celebre ricorrenza nonostante l'emergenza Covid-19

Vetrofanie per gli esercenti e arance da regalare ai cittadini: il Comune non rinuncia a festeggiare la celebre ricorrenza nonostante l'emergenza Covid-19

L'iniziativa

San Valentino e Carnevale 2021, la Città di Musile di Piave vicina ai commercianti nella settimana più attesa dell'anno. Il prossimo 14 febbraio, infatti, ricorre la giornata del Santo Patrono, data solitamente caratterizzata da numerosi eventi celebrativi nel cuore del capoluogo. Quest'anno, a causa della pandemia, tutti gli appuntamenti sono stati annullati ma il Comune ha comunque voluto far sentire la propria presenza rilanciando l'iniziativa “San Valentino 2021: io preferisco i negozi della mia città”, alla quale i commercianti sono stati invitati ad aderire.

Arance di San Valentino

Alle attività interessate sono state fornite apposite vetrofanie da esporre all'entrata di negozi o esercizi pubblici, con l'obiettivo di invitare i cittadini ad acquistare in loco. Al contempo i commercianti potranno regalare ai propri clienti, sabato 13 febbraio o eventualmente il giorno prima, le famose "arance di San Valentino", messe a disposizione dall'amministrazione comunale e consegnate agli esercizi aderenti all'iniziativa.

Le misure

«Le misure emanate a livello nazionale e regionale», spiega il sindaco di Musile di Piave, Silvia Susanna, «hanno imposto l'annullamento delle attività ricreative e culturali che ogni anno venivano organizzate per la ricorrenza di San Valentino e Carnevale, che quest'anno tra l'altro coincidono. Nonostante questo abbiamo comunque pensato a un'iniziativa che potesse coinvolgere non solo i commercianti, in questo momento di forti penalizzazioni, ma anche i cittadini, i quali riceveranno in dono le attese arance, simbolo di eccellenza per la nostra città. E' un modo – conclude il sindaco- per non rinunciare alle nostre tradizioni nonostante il periodo difficile, che ci auguriamo possa passare il prima possibile. Il Comune di Musile c'è e farà sempre la propria parte». Gli esercenti che fino ad ora hanno aderito sono una ventina. Il Comune ha già provveduto a recuperare le arance, che prima di essere recapitate alle attività commerciali verranno benedette da don Flavio Zecchin domani, martedì 9 febbraio, alle 12 nella sala polivalente del centro culturale Bressanin-Sicher.

Ripresa

«E' un San Valentino», commenta l'assessore alla cultura Luciano Carpenedo, «all'insegna della speranza nella ripresa del lavoro e della relazione tra le persone, qualità che da sempre caratterizzano la nostra bella comunità. Quest'anno, per le limitazioni dovute al Covid, mancheranno il mercato, il luna park e la folla in piazza. Ma non rinunciamo a mantenere vivo il messaggio della tradizionale festa del nostro Santo Patrono: il momento taumaturgico con il dono delle “arance della salute” da parte dei nostri eroici esercenti e l’aspetto romantico perché, non dimentichiamolo, San Valentino è anche il protettore degli innamorati. Come simbolo dell’amore longevo e fecondo che caratterizza le nostre famiglie di Musile premieremo anche in questa edizione una coppia di Musile sposata da ben 70 anni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento