Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Dolo / Via Rizzo, 73

Shopping sostenibile: tutti vanno via con qualcosa, nessuno mette mano al portafogli

È lo swap party: il baratto che fa tendenza negli Stati Uniti. L'appuntamento per scambiarsi vestiti e accessori è a Dolo, all'ex macello, domenica 26 maggio dalle 10

Vintage, archivio

Swap Party: già tendenza a Manhattan ora sbarca a Dolo, all'ex macello domenica 26 maggio. Il nome deriva dal termine inglese “to swap”, che significa “scambiare”, è un modo per rinnovare il proprio guardaroba o aggiungere nuovi oggetti di stile alla propria abitazione, lasciando a casa il portafogli. 

Tendenza

Nato negli Stati Uniti lo swap party era frequentato dal jet-set della moda, del cinema e del teatro, che tra un calice e un vol-au-vent si ritrovava per scambiarsi vestiti e accessori vintage e non, in un'atmosfera glamour e divertente. Il tutto avveniva privatamente, e solo tra persone selezionate. Oggi questa pratica continua in parte a essere "privata", ma è diventata anche più "pubblica" dal momento in cui anche negozi e siti internet dedicati propongono lo scambio di beni.

Ecosostenibile

Dalle 10 alle 13, in via Rizzo 73, gli swapper potranno occupare uno spazio assegnato oppure scambiarsi vestiti e oggetti contenuti nelle proprie borse. Un momento di aggregazione, condivisione e divertimento, senza dimenticare che barattare un capo che non piace più o non si può più indossare, o un oggetto di cui non si ha più necessità, rappresenta una scelta eco-sostenibile. Un giovane stilista sarà a disposizione dei partecipanti con consigli sulle ultime fashion tendenze. Tutti possono partecipare, non sarà necessario prenotare. Gli oggetti devono essere in ottimo stato e puliti. Sono da evitare capi troppo personali, come costumi da bagno e lingerie.

Musica e cibo

Nel pomeriggio, a partire dalle 15, si svolgerà una mostra di artigianato d’eccellenza del territorio e un workshop di scultura in filo di ferro, tenuto dall’artista Giovanni Pinosio. La giornata sarà animata, sin dal mattino, dal truck food “Food Shop”, non mancherà la musica e alle 17.30 la compagnia teatrale tutta al femminile Sweet Cicuta proporrà la performance di strada Rivoluzione Silenziosa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shopping sostenibile: tutti vanno via con qualcosa, nessuno mette mano al portafogli

VeneziaToday è in caricamento