menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Le scatole di Natale” sono arrivate agli ospiti del Centro Don Orione di Chirignago

Al progetto solidale ha aderito il Comune di Venezia

Giornata di festa e allegria al Centro Don Orione di Chirignago, dove gli ospiti della struttura hanno ricevuto i doni della Befana distribuiti grazie all’iniziativa “Scatole di Natale”, il progetto solidale a cui aderisce il Comune di Venezia per regalare un momento di gioia e leggerezza a persone in difficoltà. All’appuntamento hanno partecipato l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini, il presidente della Municipalità di Chirignago e Zelarino Francesco Tagliapietra, la referente di Unitalsi e Spazio Mestre solidale Juccia Vianello, i dottor Clown de “Il Piccolo principe”, animatori dell’associazione “Barbamoccolo”, che hanno organizzato giochi e momenti di intrattenimento, e alcuni volontari della Protezione civile comunale.

L'inziativa

«Si è trattato – ha spiegato l’assessore Venturini - di una delle ultime tappe della consegna delle “Scatole di Natale”, l’iniziativa lanciata spontaneamente da alcuni cittadini che il Comune ha voluto sostenere e far propria nel mese di dicembre e che ha avuto un successo insperato. Una grande marea di solidarietà con la quale abbiamo raccolto circa 4000 scatole che sono state consegnate a strutture caritative, socioassistenziali o a istituti come il Don Orione, dove vivono ragazzi con disabilità e dove oggi abbiamo dimostrato, anche fisicamente, la presenza e la simpatia della città nei loro confronti. Ringrazio tutti i volontari che hanno reso possibile una così significativa raccolta e una così efficiente distribuzione dei doni in poco tempo, tutti i cittadini che hanno aderito al progetto portando una scatola nei centri di raccolta e i numerosi operatori che in questi mesi si sono occupati delle persone con più fragilità». «Oggi abbiamo vissuto una bellissima iniziativa – ha dichiarato Vincenzo Lazzaro, responsabile di struttura del Centro Don Orione di Chirignago. Dopo un mese di quarantena e isolamento dei nostri ospiti, con tante dolorose vicende, oggi la consegna dei doni della Befana ha rappresentato il primo momento d'incontro, seppur a distanza, con le persone esterne, con la possibilità di riaprirsi alla vita sociale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento