rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Attualità

La scuola Manuzio di Mestre chiude l'anno con una mini "Biennale"

Si è aperta questa mattina l’esposizione “Land art ed ecologia del cuore”, frutto del lavoro che gli studenti hanno svolto durante l’anno scolastico con la guida degli insegnanti

Si è aperta questa mattina alla scuola secondaria di Primo grado “Aldo Manuzio” di Mestre l’esposizione “Land art ed ecologia del cuore”, piccola "Biennale" frutto del lavoro che gli studenti hanno svolto durante l’anno scolastico sui temi dell’ambiente, della legalità e dell’inclusione, con la guida degli insegnanti. Numerose le autorità intervenute tra cui la presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, e il prefetto di Venezia, Vittorio Zappalorto.

Il progetto si è articolato in laboratori che hanno consentito ai ragazzi di approfondire tematiche quali il benessere, l’inclusione scolastica, la tutela dell’ambiente e l’educazione a diventare cittadini del domani. Gli elaborati realizzati sono stati esposti lungo nove padiglioni collocati nel giardino della scuola, tutti prodotti con materiali di recupero: nello spazio antistante la scuola sono stati collocati i padiglioni dedicati all’acqua, alla terra, all’aria e al fuoco. Il padiglione “acqua” era arricchito dall’immagine dell’opera “La grande onda di Kanagawa” di Hokusai; per l’aria è stato usato un albero morto presente nel giardino e al quale sono state appese strisce di carta e plastica mosse dal vento; la terra è stata invece usata per far crescere, all’interno di alcune fioriere, zucchine, pomodori, basilico, fragole, girasoli e altri fiori e ortaggi. Infine il fuoco è stato rappresentato con un grande cuore realizzato con tanti pompon di lana variopinta.

Nella zona del campo di pallacanestro è stato allestito uno spazio dedicato all’Avapo (Associazione volontari assistenza pazienti oncologici) di Mestre: per aiutare l’associazione e conoscere così il mondo del volontariato e della solidarietà i ragazzi hanno decorato vasetti di terracotta nei quali hanno piantato il basilico. Il ricavato della vendita sarà poi devoluto interamente alla onlus. Inoltre, per aiutare i loro coetanei seguiti dall'Avapo, hanno registrato degli audio libri leggendo testi per ragazzi. 

Sul lato del giardino che guarda su viale Vespucci è stato realizzato il padiglione “MostrAmi la strada” con raffigurazioni di creature fantastiche, mentre nel cortile posteriore hanno trovato spazio i padiglioni “La giustizia adotta la scuola” in cui i ragazzi hanno raccontato l’esperienza alla legalità vissuta durante l’anno scolastico con magistrati tutor e in occasione dell’anniversario della strage di Capaci; “Itinerario nella Mestre antica” e “Le celebrazioni dalla Lira all’Euro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola Manuzio di Mestre chiude l'anno con una mini "Biennale"

VeneziaToday è in caricamento