Scuole dell'infanzia, da settembre una sezione in più a Venezia e 64 nuove iscrizioni

Un dato positivo in controtendenza. Romor:”Speriamo che dal governo arrivino indicazioni chiare”

La Giunta comunale ha approvato ieri, su proposta dell'assessore alle Politiche educative Paolo Romor, la delibera che, per il prossimo anno scolastico, prevede l’aumento del numero delle sezioni (da 2 a 3) nella scuola d’infanzia Sant’Elena e, inoltre, conferma in tutte le rimanenti 17 scuole d’infanzia comunali l’attuale numero di sezioni.

Si registra dunque la positiva novità di una scuola del centro storico che, in ragione del costante incremento di iscritti degli ultimi anni, vede aumentare il numero delle proprie sezioni. Rimangono invariate le sezioni in tutte le altre 17 scuole d’infanzia comunali, anche in alcune realtà in cui i numeri avrebbero consentito di effettuare alcuni accorpamenti.

“Abbiamo deciso di lasciare immutato il numero delle sezioni con il mantenimento di classi meno numerose, garantendo così anche una più elevata qualità delle attività didattiche – spiega Paolo Romor -. È anche importante precisare che, guardando al complesso di tutte le 18 scuole d’infanzia comunali, il numero degli iscritti, che si sono registrati tutti online attraverso il portale Dime, è in costante aumento negli ultimi anni (1203 per il 2020/21 rispetto ai 1139 del 2018/19). Un dato in controtendenza rispetto al calo demografico nazionale che conferma come l’investimento del Comune di Venezia per la qualità delle proprie scuole dia i suoi frutti e venga apprezzato dalle famiglie".

"Le scuole d’infanzia che avrebbero potuto vedere ridotte alcune sezioni - continua l'assessore - sono la 'XXV Aprile' (dove vi è un’unica sezione per i 9 bambini iscritti, per cui la riduzione ne avrebbe comportato anche la chiusura), ma che abbiamo sempre sostenuto dover rimanere aperta in quanto indispensabile presenza alla Giudecca a sostegno delle famiglie; e poi le scuole dell’infanzia 'Comparetti', 'S. Teresa', 'Aquilone' e 'S. Gori'".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'amministrazione sottolinea di essere pronta per la riapertura. "Spero che governo e il ministro  all'Istruzione Lucia Azzolina diano finalmente risposte chiare e indicazioni certe, alle famiglie veneziane e italiane, per la riapertura dei servizi educativi all’infanzia - conclude Romor -. Abbiamo bisogno di certezze, e non di ulteriori promesse, perché è fondamentale che i genitori dei bambini in primis, ma anche i Comuni, possano finalmente programmare, nonostante le molte difficoltà, le attività. Noi eravamo pronti a ripartire già a fine maggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento