Firmata l’intesa preliminare per la nuova sede del distretto sociosanitario a Mira

L'hanno sottoscritta il Comune e l'Ulss 3. Sarà il "distretto unico della Riviera del Brenta" e sorgerà nel terreno che ospitava il campo da rugby

Il Comune di Mira e l'Ulss 3 hanno firmato l'intesa preliminare per la realizzazione del nuovo distretto sociosanitario unico della Riviera del Brenta, che sorgerà dove un tempo c'era il campo da rugby. Per il dg dell'Ulss, Giuseppe Dal Ben, il distretto «costituirà per la Riviera un presidio importante e un polo di salute territoriale riconoscibile». Il sindaco Marco Dori ha specificato che il distretto si troverà «in zona centrale, ben servita e facilmente accessibile», e che «è anche una opportunità di sviluppo per tutta l'area».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo progetto, che sarà realizzato dall'Ulss 3, prevede un edificio di 1300 metri quadri di superficie. L'intesa riporta che i due enti «concordano sulla necessità di costruire una nuova sede» perché quella attuale «non è più soddisfacente per spazi  e requisiti di legge». Era presente alla firma anche l’assessore Francesco Sacco, a cui il sindaco Dori ha affidato la delega al distretto sanitario: «È un passo importante - ha detto Sacco - e l'inizio di un percorso che ci porterà alla realizzazione di un’opera i cui servizi per la salute pubblica sono fondamentali per Mira e tutta la Riviera, a servizio del territorio». L’attuale sede di Villa Lenzi, di cui Ulss 3 e Comune sono comproprietari, sarà messa in vendita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento