Al via lo sfalcio delle rive del Naviglio del Brenta a Dolo: "A novembre nuovi salici"

Dopo le numerose sollecitazioni al Genio civile regionale, sono cominciate in questi giorni le opere di sfalcio. Il fortunale dell'8 luglio aveva comportato danni al patrimonio arboreo

Al via in questi giorni gli sfalci delle rive del Naviglio Brenta, dopo le sollecitazioni dell'amministrazione di Dolo al Genio civile regionale. Un intervento necessario dopo il fortunale dello scorso 8 luglio, che aveva comportato gravi danni al patrimonio arboreo in luoghi di assoluta bellezza, come nella "zona del Vaso" in prossimità della chiuse e Piazza Cantiere.

"A novembre nuovi salici"

"L'intervento di sfalcio - ha spiegato l'assessore all'Ambiente Marina Coin - assume un importante significato per ridare lustro al nostro centro storico, così che i nostri concittadini possano riappropriarsi del paesaggio che conosciamo e i molti turisti in transito possano conservare positivi ricordi. Abbiamo registrato, dai vari canali di comunicazione, il grande dispiacere per la caduta dei salici piangenti che erano posti lungo il Naviglio in Piazza Cantiere, in prossimità del ponte dei Molini e vogliamo rassicurare tutti che a novembre nuovi salici piangenti saranno piantati esattamente nello stesso punto di quelli abbattuti dal vento. Rimangono purtroppo le già sottolineate criticità relative al pessimo stato di salute dei corsi d'acqua di competenza regionale a causa della scarsa manutenzione degli argini e dei fondali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento