menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazionismo in trincea per i residenti: "Sfratto a un'anziana per i turisti, vergogna"

Venerdì mattina presidio per evitare la "liberazione" dell'appartamrnto della Celestia. Ultrasettantenne chiede una soluzione al Comune: deve accudire anche il figlio malato

Una storia che più volte si è sentita a Venezia. Una storia che però non può essere considerata "normale", perché di mezzo c'è il futuro della città. Quanti proprietari di punto in bianco hanno deciso di sfrattare inquilini per lasciare spazio a bed and breakfast o affittacamere? Tantissimi.

Appuntamento alla Celestia

Una storia simile potrebbe andare in scena anche venerdì mattina: secondo quanto denunciato dal sindacato Unione Inquilini, una pensionata ultrasettantenne avrebbe ricevuto l'ordine di lasciare l'appartamento in cui viveva da più di cinquant'anni alla Celestia dal suo nuovo proprietario, che ha vinto l'asta di vendita dell'immobile.

Associazioni in trincea

La decisione sarebbe quella di mettere a reddito l'appartamento (nonostante l'anziana avrebbe sempre pagato regolarmente l'affitto) puntando sui soldi di turisti e visitatori. L'ultrasettantenne, però, non avrebbe un posto dove andare e dovrebbe far fronte anche all'accudimento del figlio, alle prese con una malattia degenerativa. Per questo motivo l'associazionismo cittadino si è subito dato da fare, dandosi appuntamento verso le 7.30 di venerdì alla Celestia per un presidio e per scongiurare lo sfratto esecutivo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento