"Campi nomadi e integrazione? La tutela dei bambini rom è un tema che va affrontato"

Il sindaco Brugnaro: "Sui rom problemi inferiori a Mestre che in altre città, chiediamo invece di indagare sul racket dei minori non accompagnati. Venezia laboratorio di buone pratiche"

"Non ho letto le dichiarazioni di Salvini, ho visto solo la polemica. Credo che intendesse che serve trovare forme di tutela di quei bambini rom spinti a volte alla delinquenza dalle rispettive famiglie". Anche il sindaco Luigi Brugnaro sta alla finestra, aspettando di capire come le polemiche di questi giorni sul "Sociale" innescati dalle parole del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, si traduranno in concreto. Certo è che i conti sul fronte dell'accoglianza e del welfare, secondo il titolare di Ca' Farsetti, in certi frangenti non tornano: "La tutela dei bambini rom è un argomento che l'Italia deve affrontare - ha affermato - così come l'integrazione in generale. Venezia può diventare un luogo dove mettere a sistema le buone pratiche e denunciare quelle che non funzionano".

Immigrazione, integrazione, welfare

Immigrazione e integrazione sono temi che contraddistinguono tutto il territorio comunale (e metropolitano): "E' la persona che deve scegliere di integrarsi - ha continuato il primo cittadino - non si possono spendere risorse pubbliche lo stesso e fare finta di niente. E' un tema che ho posto anche ai centri sociali e che hanno rigettato. L'integrazione deve porre dei paletti precisi. Se c'è lavoro devi lavorare, se c'è la scuola devi andare a scuola, se c'è la possibilità di curare i figli, devi farlo. E se invece questo non accade? Sono questioni da affrontare - ha affermato - io vorrei farlo con la faccia buona".

Campi nomadi

Dichiarazioni che giungono da una città che già in passato ha sperimentato forme di integrazione alternative, come la costituzione del villaggio sinti di via del Granoturco a Favaro: "A Mestre ci sono problemi inferiori su questo punto rispetto che altrove - ha sottolineato Brugnaro - preoccupazioni possono sorgere dall'importazioni di tante persone provenienti dai campi di mezza Italia, ma su questo serve una politica di livello nazionale".

Minori non accompagnati

A ciò si aggiunge il tema dei minori non accompagnati, questione rilanciata da Ca' Farsetti in questi giorni: "E' un problema molto grave - ha concluso Brugnaro - C'è chi è ovviamente bisognoso di tutte le tutele possibile e ci sono dei giovani, invece, che arrivano in aereo con un racket incredibile che vengono qui in forma molto opaca. Chiediamo che venga fatta chiarezza, perché così i soldi pubblici vengono di fatto 'rubati'".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento