La proposta al governo: «Cav diventi un vero concessionario, così potrà gestire le strade venete»

Il governatore Zaia ha fatto il punto sul progetto "2.0" per la società. «Così potremmo spostare la barriera a Dolo e, in futuro, permettere a Cav di gestire diverse tratte»

Se l'oggetto sociale di Cav spa fosse modificato, trasformando la società in un vero e proprio concessionario, poi la si potrebbe candidare alla gestione di varie strade e autostrade del Veneto. È l'idea del governatore Luca Zaia, che stamattina è tornato a parlare del tema della viabilità e dei pedaggi. La proposta è pronta per essere presentata al ministero delle Infrastrutture e nei prossimi giorni l'assessore regionale De Berti cercherà un accordo con la ministra De Micheli. Se tutto andasse per il verso giusto, ha detto Zaia, «riuciremmo a spostare la barriera di Villabona a Dolo (cioè il punto che delimita il tratto gratuito, ndr) e a liberalizzare il passante per chi vive qua». Quindi, ad abbattere le tariffe per chi guida in A4.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gestione stradale e investimenti

Non solo, perché le tratte che Cav potrebbe mirare a gestire sono molte. «Ad esempio la bretella dell'aeroporto, e magari un giorno anche la Pedemontana», ha suggerito il governatore. Zaia ha ricordato che Cav è una società a capitale completamente pubblico, 50% di Anas e 50% della Regione Veneto, e che la stessa prevede nel suo statuto che gli utili siano investiti nella viabilità regionale. «La gestione funziona - ha detto -. Ci sono 600 milioni di euro di utili nel piano finanziario. Con questa nuova licenza potremmo investire 1 miliardo in viabilità e Cav potrebbe occuparsi, ad esempio, anche della Treviso Mare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento