Dall'Africa al lido di Jesolo: consulenza veterinaria a 8.000 km di distanza

Supporto veterinario in telemedicina da parte del Tropicarium Park per salvare un varano in difficoltà

Il parco zoologico di Jesolo ha risposto a una richiesta di consulenza veterinaria ricevuta dall'Uganda per salvare un rettile agonizzante del genere Varanus. Il personale specializzato del Tropicarium Park, infatti, ha effettuato un intervento di telemedicina veterinaria a oltre 8.000 km di distanza per aiutare i colleghi africani a salvare un varano in difficoltà. 

A rispondere alla richiesta di aiuto per il rettle, agonizzante da 15 giorni in Uganda, è stato il veteginario, e titolare del parco, Monica Montellato insieme al direttore scientifico del parco zoologico al PalaInvent del Lido di Jesolo riconosciuto dal Ministero dell'Ambiente, prof. Diego Cattarossi che ha consigliato di fare attenzione al rettile poiché, se spaventato, potrebbe diventare mordace e causare infezioni all'uomo con il suo morso. È stato, inoltre, consigliato di manipolare l'animale con dei guanti pesanti e dargli dei pezzi di carne da mangiare in quanto animali fondamentalmente carnivori e tenerlo in un recinto per poter monitorare le condizioni di salute nel tempo. 

Non si tratta del primo caso di consulenza veterinaria a distanza per il parco di animali esotici di Jesolo che offre spesso un supporto veterinario di questo genere ma è la prima volta che il parco si trova a rispondere a una richiesta di aiuto da così lontano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento